Commenta

Moderna Stabat Mater per
la conclusione della prosa
E lunedì tornano i Legnanesi

Lo Stabat Mater, in scena al Teatro Ponchielli martedi 20 marzo, conclude la stagione di prosa del Ponchielli, nell’ambito della rassegna diversaMente, martedì 20 marzo, ore 20.30. Il regista Antonio Tarantino prende a prestito la figura della Madre per trasferirla ad oggi: la sua Madre è una ragazza-madre prostituta. La Madre, sola in scena, interpretato da Maria Paiato, si strugge d’attesa di notizie del figlio arrestato e della figura dissoluta di suo padre. Tarantino mischia la lingua italiana con con sporcature dialettali/gergali e ne fa la lingua dei reietti, dei diseredati. Biglietti in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372 022001/02). Platea e palchi € 18,00 – galleria € 13,00 – loggione € 10,00.

Sabato 17 marzo alle 20,30 invece nuovo appuntamento con la stagione concertistica con u programma coinvolgente tutto dedicato a compositori francesi. Protagonisti i giovani musicisti della Junge Deutsche Philharmonie guidati da promettente direttore tedesco David Afkham, accanto a loro il violoncellista Steven Isserlis, uno dei musicisti più apprezzati al mondo.

Infine, ultimo appuntamento con la rassegna Il Ponchielli per la Grande età con la simpatia e l’effervescenza de I Legnanesi, che ritornano al Teatro Ponchielli lunedì 19 marzo alle ore 15.00 con ‘Colombo si nasce’. Teresa, Mabilia e Giovanni renderanno omaggio al grande Totò portandoci con simpatia ed esuberanza ai piedi del Vesuvio. Posto unico numerato a 10 euro.

 

© Riproduzione riservata
Commenti