Commenta

150 adolescenti cremonesi
in udienza dal Papa
con il pellegrinaggio Focr

“Incoraggio ciascuno a vivere coerentemente la fede, testimoniandola ogni giorno con gesti di carità”: queste le parole di Papa Francesco agli adolescenti cremonesi che, a conclusione del loro pellegrinaggio a Roma, nella mattinata di mercoledì 4 aprile hanno preso parte all’udienza generale in piazza S. Pietro.

A renderlo noto è il sito della Diocesi, che racconta dell’entusiasmo dei circa 150 cremonesi che hanno aderito alla consueta proposta di pellegrinaggio offerta dalla Federazione Oratori Cremonesi nei giorni dopo Pasqua. La levataccia del mattino ha permesso ai ragazzi di posizionarsi nelle primissime file, avendo modo di osservare da vicino Francesco nel suo passaggio sulla jeep bianca, dalla quale è sceso proprio accanto al gruppo cremonese con alcuni ragazzi che hanno avuto l’onore e la gioia di stringergli la mano.

Con questa udienza il Santo Padre ha concluso il ciclo di catechesi dedicate alla Messa. Nel saluto ai pellegrini italiani il riferimento esplicito ai gruppi lombardi e al pellegrinaggio diocesano degli adolescenti, auspicando “che quest’incontro sia per tutti occasione di rinnovata adesione a Gesù risorto e ai suoi insegnamenti di vita”.

Prima della conclusione un pensiero speciale ancora per i giovani (e insieme a loro anche agli sposi novelli, agli anziani, e agli ammalati): “Cristo ha vinto la morte e ci aiuta ad accogliere le sofferenze come occasione privilegiata di redenzione e di salvezza. Cercate di vivere il messaggio pasquale, testimoniando nei luoghi di vita la pace e la gioia, doni del Risorto”.

© Riproduzione riservata
Commenti