Un commento

Circuito del Porto Trofeo
Arvedi, il 6 maggio 200 ciclisti
ai nastri di partenza

Foto di una passata edizione

Si sta avvicinando  domenica 6 maggio, quando Cremona sarà la capitale del ciclismo internazionale in occasione del 52° Circuito del Porto Trofeo Arvedi. La novità dell’ultima ora arriva dal cuore dell’Africa, con la conferma della presenza e della partecipazione della rappresentativa nazionale della Nigeria.

Antonio Pegoiani (presidente Federciclismo provinciale) ed lo staff tecnico insieme a Rossano Grazioli, presidente del Club Ciclistico Cremonese 1891 Gruppo Arvedi stano allestendo un evento di spessore internazionale degno di questa straordinaria manifestazione.

L’ obiettivo è quello di avere ai nastri di partenza formazioni ed atleti di tutti e cinque i continenti e la presenza della Nigeria va proprio in questa direzione. A dare la spinta propulsiva allo sport del pedale è stato un italiano da anni trapiantato in Nigeria, Giandomenico Massari, che a Port Harcourt ha fondato il Lifestyle Cycling Club, nel 2005 la prima vera corsa, la Garden City Cycling Competition e poi di seguito il più celebre Niger Delta Tour di 580 chilometri a tappe.

Strappando letteralmente dalla strada e dalla miseria tanti ragazzi, per rimetterli in strada secondo le regole nobili dello sport di fatica. Tutto questo in un paese che oggi conta 150 milioni di abitanti con un’età media di soli 17 anni.

La gara percorre da sempre la storia dello sport cremonese perché ha contribuito a valorizzare la passione dei cremonesi per il ciclismo agonistico. E’ una corsa che ha tanto passato ma è ancora attualissima, bellissima, ambita dagli atleti e dalle squadre. 200 corridori al via con la presenza delle nazionali di le nazionali di Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna. Ad esse si aggiungono le migliori squadre Continental italiane Team Colpack, Zalf Desiree, Sore Bottoli, Ptroli Firenze.

La formula di gara, è quella tradizionale con il classico circuito che dal centro di Cremona porterà gli atleti verso l’area portuale per far rientro in città sul rettilineo del Viale Po, dove sarà posto il traguardo.

Il programma prevede dodici tornate da quindici chilometri l’una con i velocisti favoriti come grandi protagonisti della corsa. Operazioni preliminari presso il Municipio di Cremona dalle ore 9 alle ore 11,15. Alle ore 11,30 la tradizionale riunione tecnica, mentre dalle ore 12,45 alle ore 13,15 si svolgeranno in Piazza Stradivari le presentazioni delle squadre e degli atleti durante il foglio firma. La partenza ufficiale sarà alle 13,30 e 180 i chilometri da percorrere.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Gara di ciclismo su queste strade? Dolore per i ciclisti