Ultim'ora
7 Commenti

Tempi duri per gli allergici. La
parietaria infesta strade e muri,
cresce la richiesta di farmaci

FOTO SESSA

Pronto soccorso preso d’assalto in questi giorni per un incremento di sintomatologie legate alle allergie stagionali. 15 i pazienti che nel fine settimana si sono rivolti al 118 per crisi respiratorie, come confermano dall’Ospedale Maggiore di Cremona.
Alle problematiche stagionali – allergie da parietarie e graminacee soprattutto – si aggiunge un’oggettiva sofferenza dovuta a carenza di organico, che rende ancora più difficile per i sanitari far fronte alle richieste del periodo. Non va meglio sul fronte farmacologico.  Segnalate nel corso del fine settimana difficoltà a reperire farmaci cortisonici in molte farmacie delle città, che forse si sono trovate impreparate a fronte di questo picco stagionale sì, ma particolarmente improvviso. E d’altra parte in città, soprattutto gli edifici storici sono tappezzati di parietaria:  edifici, chiese, strade e marciapiedi dove andrebbe fatta una disinfestazione più accurata, per evitare almeno il proliferare di pollini e altri agenti urticanti.
Dal Pronto Soccorso ribadiscono alcuni consigli fondamentali da seguire in caso di allergie: evitare l’esposizione diretta agli allergeni verso cui si sa di essere sensibili; rivolgersi al medico curante o all’allergologo per l’utilizzo delle eventuali misure farmacologiche; recarsi al pronto soccorso in caso di sintomatologie acute, tra cui orticaria e difficoltà respiratorie e, una volta cessata la fase acuta, farsi seguire da un centro di allergologia per effettuare i test specifici e per tutti i consigli sulla prevenzione.

Michela Cotelli

© Riproduzione riservata
Commenti