Ultim'ora
Commenta

Farias il più veloce del mondo
nella paracanoa: ancora
un oro in Ungheria

Nuovo trionfo dell’atleta paraolimpico bissolatino Esteban Farias, che alla coppa del mondo che si sta svolgendo a Szeged (Ungheria) ha confermato il titolo iridato nei 200 metr   i con il tempo di 48.051, davanti al brasiliano Luis Carlos Cardoso Da Silva (48.084) e all’ungherese Róbert Suba (48.562).

Farias è stato premiato come atleta dell’anno lo scorso inverno dalla società del lungo Po cremonese e subito dopo ha rappresentato la specialità del Kl1 200 m alla consegna delle onorificenze dei Collari d’Oro da parte del presidente del Consiglio Gentiloni.  Nato in Argentina a San Martin di Buenos Aires, dai tre anni fino ai diciotto ha vissuto a Capo d’Orlando, fin quando raggiunta poi la maggiore età, si è trasferito con la famiglia a  Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza. Dopo una caduta da un’impalcatura è stato operato agli arti inferiori e trasferito all’unità spinale di Villanova sull’Arda. Con temperamento e carattere non si è rassegnato ed ha voluto proseguire nelle sue grandi passioni sportive. Dopo l’incidente e sei mesi di riabilitazione, il primo approccio è stato con il basket in carrozzina ed il tennis, per poi trovare nella canoa la sua massima espressione agonistica, aiutato dalla grande “famiglia” della Canottieri Leonida Bissolati. Nella sua – seppur ancora breve – carriera agonistica ha vinto già numerosi titoli italiani, medaglie d’argento e di bronzocoronando nel 2017 il suo grande sogno internazionale con l’oro per la paracanoa azzurra nel KL1 200m sia ai campionati del Mondo di Racice che ai Campionati Europei di Plovdiv.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti