Commenta

Parchi impraticabili per
erba alta, l'ultima lamentela
viene dallo Zaist

Arriva dal quartiere Zaist l’ultima, in ordine di tempo, segnalazione sulla carente manutenzione del verde pubblico. “Mi faccio portavoce di molti residenti del quartiere Zaist – scrive un lettore  davvero indignati, e lo dico senza usare i turpiloqui che raccolgo quotidianamente, per come viene gestito il verde pubblico.
Il tanto celebrato parco Asia e tutta via dei Viandanti è da mesi in uno stato che dire pietoso è poco. Davvero proibitivo l’utilizzo delle panchine da parte di anziani e bimbi.  Nonostante le varie segnalazioni di più residenti alle sedi competenti, il nulla di fatto è dimostrato dalle foto che Le ho allegato”.

Un problema che riguarda il parco Asia, ma anche molte aree verdi cittadine: complessivamente il verde pubblico ammonta a ben 1.905.226 metri quadrati (dati dal bilancio ambientale comunale del 2016) ed è quindi difficile da conservare in perfetto stato. Le stesse lamentele dello Zaist sono arrivate in questi giorni anche dai frequentatori del parco Fazioli, tra via Vecchia Dogana e via Dante, dove è stato presentato il progetto di riqualificazione. Ma l’erba alta riguarda anche zone meno battute come via Cavo Coperto, tra via Giuseppina e via Buoso da Dovara. E ancora irrisolta è la situazione sul lungo Po Europa, tra canottieri Bissolati e Flora, dove a malapena si riesce a raggiungere l’attracco delle imbarcazioni. Qui la responsabilità non è del Comune, ma dell’autorità interregionale del Po, l’Aipo, ripetutamente sollecitata ad intervenire.

© Riproduzione riservata
Commenti