2 Commenti

Comune e Lions Clubs
uniti per progetti e attività
di alta valenza sociale

Adottare una programmazione concertata delle strategie e delle modalità di intervento, nel pieno rispetto delle reciproche competenze e funzioni, per la costruzione di progetti a favore della città di Cremona. Questo, in estrema sintesi, quanto previsto dal protocollo d’intesa tra il Comune di Cremona e i Lions Clubs Cremona Host, Cremona Stradivari, Cremona Duomo, Cremona Europea, Campus Universitas Nova, Torrazzo e il Leo Club Cremona Host.

Il documento è stato siglato sabato mattina, nella Sala Giunta di Palazzo Comunale, dal sindaco Gianluca Galimberti, per conto del Comune di Cremona, da Patrizio Azzini, presidente del Lions Club Cremona Stradivari, Daniela Magni, presidente del Lions Club Cremona Duomo, Giuseppe Gramuglia, presidente del Lions Club Torrazzo, e da Chiara Anselmi, presidente del Leo Club Cremona Host. Marcello Ventura, presidente del Lions Club Cremona Host, Antonio Brunelli, presidente del Lions Club Cremona Europea, e Maurizio Cozzoli, presidente del Lions Club Campus Universitas Nova, che non sono potuti intervenire per impegni di lavoro, sottoscriveranno l’intesa, in altro momento. Era presente alla cerimonia anche il medico e pediatra Giovanni Fasani, esponente di spicco dei Lions.

In base al principio della concertazione, il Comune con tale intesa si impegna innanzitutto a coinvolgere tutti i Lions Clubs cremonesi rispetto a temi, argomenti o attività riconducibili alle finalità perseguiti da queste associazioni. Nel caso in cui vengano predisposti incontri, corsi di formazione, informazione, aggiornamento, organizzazione di mostre, convegni o eventi in genere rivolti a persone o a realtà in difficoltà, nei settori medico, giuridico, economico, fiscale, tecnico-ingegneristico-architettonico, bancario ed assicurativo, il Comune potrà avvalersi della consulenza gratuita delle socie e dei soci dei i Lions Clubs, che verranno di volta in volta individuati e segnalati dai rispettivi club, sulla scorta delle esigenze da affrontare e delle rispettive competenze e professionalità, e comunicati all’Amministrazione dai rispettivi presidenti pro tempore.

Il Comune si rende inoltre disponibile a partecipare ad attività di approfondimento su temi, argomenti o progetti riconducibili più propriamente alle finalità dei Lions nell’ambito di incontri da concordare congiuntamente, nonché a costruire patti di collaborazione all’interno del Regolamento comunale dei Beni comuni urbani.

Secondo il documento sottoscritto, i Lions Clubs Cremona Host, Cremona Stradivari, Cremona Duomo, Cremona Europea, Campus Universitas Nova, Torrazzo e il Leo Club Cremona Host si impegnano, ogniqualvolta venga da loro organizzata una iniziativa (circoscrizionale comune a tutti o parte dei club, che rientra negli ambiti sopra indicati, a chiedere il patrocinio o la collaborazione del Comune di Cremona che rilascerà l’autorizzazione al patrocinio e darà la propria collaborazione all’evento.

L’intesa scaturisce dal fatto che è interesse del Comune avvalersi gratuitamente delle competenze e delle esperienze professionali delle socie e dei soci dei Lions Clubs Cremona Host, Cremona Stradivari, Cremona Duomo, Cremona Europea, Campus Universitas Nova, Torrazzo e il Leo Club Cremona Host che, insieme, intendono realizzare un rapporto di collaborazione finalizzato alla promozione e alla realizzazione di progetti, oltre allo svolgimento, sul territorio comunale, di attività congiunte di elevata valenza sociale.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Caro Galinberti ridi ridi, che sono 359

  • Mirko

    Non abbiamo un sindaco……ma una star, sempre in prima pagina