2 Commenti

Arriva il video-documentario
'Cremona e il suo Carcere'
In questi giorni le riprese

A Cremona il lungo cortometraggio “Cremona e il suo Carcere”: questo il titolo del lavoro che si sta realizzando a Cremona, nell’ambito del progetto “Cinema e Carcere”, che ha previsto la proiezione di alcuni film nella Casa Circondariale e la realizzazione di questo documentario, le cui riprese si stanno realizzando in questi giorni, sia all’intero dell’Istituto stesso che negli esterni cittadini. Iniziativa nata dalla collaborazione tra la Provincia e la Casa Circondariale di Cremona.

Come ha evidenziato il presidente della Provincia, Davide Viola, “Si tratta di un importante progetto, che ha avuto una durata biennale e che culmina con questo video-documentario teso a valorizzare le attività della Casa Circondariale e le sue interrelazioni con il tessuto socio-economico locale e il territorio”.

Un progetto possibile grazie anche la sensibilità verso tali tematiche divulgative della Direttrice della Casa Circondariale Maria Gabriella Lusi e del Responsabile Area Trattamentale Giuseppe Novelli.
“L’idea centrale del progetto era quella di porre l’attenzione su una realtà come la Casa Circondariale, che è parte del nostro territorio, una struttura che ospita circa 500 detenuti oltre ai dipendenti. L’idea appunto è quella di far conoscere le attività di tale realtà e la vita di chi lo abita” – ha precisato il curatore del progetto, Giorgio Brugnoli.

Ha continuato Brugnoli: “La regia è stata affidata ad un professionista di Reggio Emilia, Alessandro Scillitani, che ha già realizzato diversi documentari nonchè stretto collaboratore di Paolo Rumiz. Le riprese sono iniziate il mese scorso all’interno della Casa Circondariale in occasione delle attività collegate al progetto denominato “Periferie”, sotto la regia di Alfonso Alpi. In sostanza si tratta di un laboratorio teatrale con lo spettacolo finale “La storia di Edimar”, interpretata dagli stessi detenuti, opera che verrà presentata ufficialmente nella Cattedrale di Cremona il 20 giugno alle ore 20,45 grazie all’ospitalità della Fondazione Oratori di Cremona. Attraverso questo percorso si intende promuovere una azione di miglior integrazione con il territorio portando nel cuore della città la realtà, le tematiche, le testimonianze e storie della Casa Circondariale di Cremona, sensibilizzando la società su alcuni aspetti”.

Nel cortometraggio saranno presenti anche alcune interviste agli ospiti della Casa Circondariale così come quelle di alcuni cittadini e studenti, ponendo in luce come la Casa Circondariale sia percepita non come luogo repressivo, ma luogo di recupero e valorizzazione della persona.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Furio1981

    Lungo cortometraggio?

  • Giorgia Giorgia

    Quante balle!!!!!se si fermassero x un giorno forse capirebbero se non provi non credi……. con questo caldo senza aria ….tolta la libertà già pagano …..in questo carcere non ce nulla un orto x 500 detenuti ….con i soldi dello stato si fanno pubblicità e dei detenuti se ne fregano