2 Commenti

'Cremona deve tornare ad
essere Autorità Portuale'
Interrogazione Pd in Regione

“La Regione dovrebbe rivedere le competenze e riattribuire alle Province di Mantova e Cremona lo status di Autorità Portuale, in modo da garantire una gestione più funzionale dei porti e promuovere un trasporto fluviale delle merci che sia competitivo rispetto al ferro e alla gomma”. Sintetizzano così i consiglieri regionali del PD Matteo Piloni e Antonella Forattini le richieste contenute nell’interrogazione a risposta immediata che presenteranno domani, martedì 3 luglio, durante il question time del Consiglio regionale.

“La Lombardia è la Regione italiana con più vie navigabili – spiegano Forattini e Piloni – contando 1000 km di coste navigabili, più di 200 porti turistici e due porti industriali Regionali tra cui Cremona e Mantova e, nella stessa Provincia di Mantova conta ben 9 porti commerciali di rango comunale e privato, oltre al crescente traffico passeggeri”. “Il sistema – concludono – portuale dei porti cremonesi e mantovani, grazie a tutti i poli intermodali, è in una fase di notevole crescita industriale ed è dunque necessario valorizzare il sistema di navigazione interna lungo il fiume Po e i canali navigabili derivati, ottenendo così non solo benefici ambientali, ma anche economici”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Franco Ferrari

    Basta con questa storia del porto: se non sbaglio è stato inaugurato da Gronchi e da allora non è mai servito a niente. Il Po non è navigabile per 11 mesi all’anno. Prima rendiamolo navigabile, poi facciamo le Autorità. Altrimenti sono solo poltrone….

  • Jo lega

    Perché in Europa non abbiamo politici con gli attributi che portino avanti il discorso del canale navigabile e delle dighe allora pensate per rendere il Po navigabile tutto l’ anno