2 Commenti

Baby gang dei parchi, tutti
identificati: minori residenti
anche in territorio cremonese

I carabinieri di Verolanuova hanno eseguito un’ ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del tribunale per i minorenni di Brescia, su richiesta della locale procura, nei confronti di quattro minori tra i 16 e i 17 anni, due italiani e due stranieri residenti a Robecco d’Oglio e nel bresciano, ritenuti responsabili a vario di titolo di rapina e tentata rapina aggravata in concorso e di lesioni personali. Per uno dei ragazzi è stata disposta la custodia in carcere, mentre per gli altri tre il collocamento in comunità. I quattro erano soliti riunirsi all’interno di un parco pubblico di Verolanuova.
Ai carabinieri, a inizio estate, erano arrivate alcune segnalazioni per schiamazzi, atti di bullismo ed intemperanze messi in atto da un gruppo di ragazzi che stazionava nel parco e che aveva creato nelle famiglie e nei frequentatori apprensione e forte preoccupazione.
I militari avevano quindi predisposto una serie di servizi negli spazi verdi non solo nel comune di Verolanuova, ma anche in altri comuni della bassa bresciana, che avevano permesso di individuare il gruppo di bulli. Nei giorni successivi, però, le scorribande del gruppetto erano andate avanti, fino allo scorso 16 agosto, quando c’era stata un’aggressione ai danni di un ragazzo di 25 anni. Il giovane, derubato dello zaino, era stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso che gli avevano diagnosticato una prognosi di 15 giorni. Ancora: il 21 agosto era stata messa a segno una rapina in una pizzeria. Al rifiuto del pizzaiolo di servire gratuitamente delle pizze, la banda lo aveva picchiato e gli aveva sottratto l’incasso e il telefono cellulare. I successivi servizi di monitoraggio dei parchi comunali hanno però consentito agli investigatori di risalire al gruppo, i cui componenti sono stati identificati. Per ognuno sono state definite le responsabilità. Tutti sono stati ritenuti responsabili della rapina alla pizzeria, mentre uno solo, un italiano, è stato individuato come l’autore della rapina al 25enne.
Nei prossimi giorni sono previsti gli interrogatori da parte del tribunale per i minorenni.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    Un ottimo esempio di “integrazione”: i simili si attraggono , decisamente..

  • Graziano Ansaldi

    Pacca sulla spalla e tarallucci e vino….