Commenta

Trovato Ankush: era nascosto
dietro il cespuglio di una
casa a Pieranica. Sta bene

A sinistra Ankush Lorini in uno scatto pubblicato sul proprio profilo social

AGGIORNAMENTO – Trovato Ankush Lorini, il 14enne scomparso ieri sera poco prima delle 21 dalla sua abitazione di Quintano. Era a Pieranica nascosto dietro il cespuglio di una casa, e ha passato lì la notte coprendosi con delle coperte. Non voleva più tornare a casa. Il ragazzo sta bene. Ha capito di averla fatta grossa ed è solo molto spaventato.

Sono ore di angoscia quelle che stanno attraversando i famigliari di Ankush Lorini, il 14enne che ieri sera, poco prima delle 21, si è allontanato da casa senza fare ritorno. A dare l’allarme sono stati i genitori, Marco Lorini e Wanda Nichetti, di Quintano.

Sul posto si sono portati immediatamente i vigili del fuoco, che hanno cercato il ragazzo nelle campagne circostanti durante la notte. Questa mattina è stata allestita una task force composta da protezione civile, unità cinofila e carabinieri, oltre all’elicottero dei pompieri.

Alla sala polifunzionale del Comune di Quintano, dove è stata allestita la sala operativa interforze era presente anche il sindaco Emi Zecchini. “Siamo tutti in apprensione, non era mai successo – ha commentato – Ci siamo organizzati da subito per battere a tappeto il territorio. Speriamo che la situazione si risolva il prima possibile”.

Il collega Valter Raimondi ha dimostrato vicinanza alla famiglia: “Ankush frequenta l’oratorio di Pieranica e gioca a calcio, lo conoscono tutti. Questa fuga ci lascia basiti – ha dichiarato – Ci auguriamo di festeggiare presto il suo ritorno”.

Al momento vigili del fuoco e protezione civile stanno battendo il territorio da nord a sud rispetto al paese di residenza del ragazzo. I genitori hanno lanciato un appello al figlio: “Ankush, ti stiamo cercando. Torna a casa”. Ankush è di origine indiana, ha capelli e occhi scuri e porta gli occhiali; al momento della scomparsa indossava felpa e pantaloni neri. Non ha con sé il cellulare.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti