Commenta

A Cremona i dipinti si
spiegano in modo accessibile
Grazie a Comune e Anffas

Per l’intera durata della mostra Il Regime dell’Arte. Premio Cremona 1939-1941, allestita al Museo Civico “Ala Ponzone”, i visitatori possono usufruire di una guida alla visita in un linguaggio facile da leggere e da capire redatta da un gruppo di persone con disabilità dell’associazione Anffas Cremona Onlus. Inoltre, le persone con disabilità dell’Anffas che si sono impegnate nella redazione della guida cartacea, si renderanno disponibili per fare da ciceroni ad alcune visite guidate alla mostra illustrando le opere esposte. Un modo per venire incontro alle esigenze che determinati visitatori possono avere, con speciale attenzione a persone con disabilità intellettiva oppure relazionale, tramite l’utilizzo di una modalità di visita più personalizzata. Le visite guidate, curate dall’Associazione Anffas Cremona Onlus, sono gratuite e possono essere concordate inviando una mail a comunicazione@paolomorbianffas.it oppure telefonando al numero 0372 26612 (chiedere di Dario Garzaron Calderero).

Vi è anche la possibilità di partecipare a visite guidate nelle quali le persone con disabilità sempre di Anffas Cremona Onlus affiancheranno le guide dell’associazione CrArT (Cremona Arte e Turismo) e illustreranno alcuni dei dipinti esposti. Tali visite visite si effettuano la prima e l’ultima domenica di ogni mese alle ore 15. In questo caso non è necessaria la prenotazione, ma se si vuole essere certi della presenza delle guide bisogna contattare prima Anffas Cremona Onlus.

L’associazione cremonese, in sinergia con il Comune di Cremona, propone questo strumento con lo scopo di migliorare l’accessibilità ai contenuti delle opere esposte, obiettivo basilare della convenzione siglata tra Comune di Cremona e Anffas Cremona Onlus in merito all’accessibilità all’informazione da parte di persone con disabilità. L’utilizzo del linguaggio facile da leggere e da capire, strumento creato da un progetto europeo promosso da Inclusion Europe, a cui Anffas Onlus ha partecipato, ha come scopo principale avvicinare l’informazione alle persone con difficoltà nella comprensione di testi complessi grazie ad una semplificazione grammaticale e grafica che facilita la lettura non soltanto a persone con disabilità, ma anche a persone che non conoscono molto bene la lingua italiana o che hanno delle difficoltà per comprendere un testo complesso. Con l’utilizzo di questo linguaggio si rendono effettivi gli articoli 9 (che riguarda l’accessibilità) e l’articolo 30 (che riguarda la partecipazione la partecipazione alla vita culturale) della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Proseguendo il lavoro svolto in occasione della mostra Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona, per la quale era già stata realizzata una guida in linguaggio facile da capire, si rinnova così l’impegno tra il Settore Cultura, Musei e City Branding del Comune di Cremona e Anffas Cremona Onlus per migliorare l’accessibilità all’informazione delle persone fragili.

© Riproduzione riservata
Commenti