Un commento

Pullman ridotti nel venerdì
di Ognissanti: molti banchi
vuoti nelle scuole

Classi in molti casi dimezzate questa mattina nelle scuole superiori di Cremona, e non solo perchè le famiglie hanno fatto il ‘ponte’. Semplicemente molti ragazzi provenienti da fuori città non hanno trovato il pullman all’orario consueto. Il ponte di Ognissanti quest’anno ha spiazzato tutti e non solo a causa del maltempo. Km, l’azienda che gestisce il servizio in città e nella fascia sud orientale della provincia,  ha infatti attuato il ridimensionamento delle corse sulla base del calendario stilato a inizio anno scolastico con le scuole stesse  ed approvato dall’agenzia per il trasporto pubblico locale del bacino Cremona – Mantova.

Pare però che gli istituti abbiano deciso solo in un secondo momento di effettuare le lezioni nella giornata di venerdì 2 novembre, contrariamente a quanto concordato due mesi fa. Questo ha fatto sì che l’azienda si sia trovata sguarnita (personale e turni erano stati calibrati ipotizzando il giorno di chiusura) e sia dovuta correre ai ripari, in parte riuscendoci, in parte no.  All’Ala Ponzone Cimino di via Gerolamo di Cremona ad esempio, alcuni classi erano quasi vuote, e anche all’Itis Torriani ci sono stati ritardi o assenze anomale. come pure al Manin e all’Aselli. In particolare, sono state segnalate difficoltà per studenti provenienti dalla provincia di Brescia, da Pralboino e Alfianello.

Km dal canto suo riconosce che si è dovuto lavorare sull’emergenza per tamponare le falle: “Nei giorni scorsi – ci spiega l’amministratore delegato Giogio La Valle –  abbiano constatato che diversi istituti scolastici del territorio  avrebbero svolto regolarmente le lezioni, nonostante all’apertura dell’anno scolastico fosse stato indicato dai medesimi che avrebbero chiuso per il classico ‘ponte’. Infatti il calendario del periodo scolastico viene definito ogni anno anche sulla base delle aperture e delle chiusure delle scuole e viene comunicato ed autorizzato dall’Agenzia del Trasporto Pubblico locale di Cremona-Mantova”.

Tuttavia, proprio nei giorni a ridosso del ponte, è apparso chiaro che il calendario scolastico era difforme rispetto a quanto precedentemente comunicato. “Anche in questa occasione – continua La Valle –  si è rivelato fondamentale il rapporto con i nostri utenti, da sempre ottimo, perché in molti ci hanno chiesto di fornire un servizio adeguato rispetto alla novità comunicataci, cosa che abbiamo puntualmente fatto. Ci siamo messi al lavoro per riorganizzare il lavoro e servire il 100% delle località interessate dalle nuove indicazioni degli istituti scolastici.
Abbiamo quindi rimodulato il servizio, aumentando le percorrenze previste e condiviso il nuovo assetto con l’Agenzia. È stato un lavoro urgente e non semplice, visto anche la sostanziale assenza di preavviso; siamo complessivamente soddisfatti per essere riusciti a gestire al meglio questa necessità riorganizzativa richiesta dal territorio”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sparks

    La scuola, che organizzazione! Complimenti!