Commenta

Maltempo devasta Val Saisera
nel Tarvisiano: altra 'foresta
dei violini' danneggiata

Questa fotografia è stata pubblicata sulla pagina Facebook dell’Ufficio  Turistico di Malborghetto-Valbruna in provincia di Udine e mostra lo stato della Val Saisera nel Tarvisiano: un’altra ‘foresta dei violini’ è stata danneggiata dalla furia del maltempo.

Il legno di risonanza si trova in Italia in tre aree: Paneveggio, Latemar e Tarvisio. Ebbene, le raffiche di vento che nei giorni scorsi hanno sferzato le aree montane accompagnate da precipitazioni di forte intensità, hanno causato danni enormi: secondo le stime di Coldiretti diffuse in queste ore, sarebbero 14 milioni gli alberi abbattuti dal Trentino all’Alto Adige e dal Veneto al Friuli, sopratutto faggi abeti bianchi e abeti rossi. Proprio da questi ultimi si ricava il legno di risonanza impiegato nella costruzione artigianale di strumenti musicali. Sopratutto gli amati violini, per i quali Antonio Stradivari andava personalmente a scegliere il legno già secoli fa, tradizione mantenuta ancora oggi dai liutai cremonesi e non solo.

Ci vorrà almeno un secolo per tornare alla normalità riferisce Federforeste, sempre che venga scongiurato l’attuale rischio di dissesto idrogeologico causato dalla strage di piante. “Dagli abeti di risonanza una nota armonica in prospettiva e una certezza, in sintonia con lo spirito che contraddistingue la nostra gente: che si sceglierà di ripartire da quanto è rimasto, piuttosto che soffermarsi su ciò che è stato distrutto” ha commentato l’assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli.

Ma certamente la situazione in loco è critica e andrà ad impattare sulla filiera della liuteria: “Per avere legni pregiati, adatti agli strumenti musicali, serviranno circa due secoli; tra 40 anni, se tutto andrà bene, riavremo un bosco giovanile” ha dichiarato il tecnico della Forestale Paolo Kovac in un’intervista al quotidiano “La Repubblica” a proposito della Val di Fiemme. Se si considera che in media soltanto un abete rosso ogni cento contiene legno di risonanza e questo viene venduto a un prezzo di 600 euro al metro cubo contro i 110 euro del legno ‘normale’, si comprende l’entità anche economica del danno.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti