Commenta

Negozi storici: riconoscimento
per 16 esercizi commerciali
del territorio cremonese

Sono 16 i negozi del territorio cremonese premiati nella mattinata di martedì presso l’auditorium Giovanni Testori di Palazzo Lombardia, ricevendo il riconoscimento di ‘Negozi storici’. Per la città di Cremona, il premio è andato a: Emporio Vino e Sapori (1907), negozio di abbigliamento Laura C. (1966), Panetteria Tosi (1955), Ristorante Centrale di Ruggeri Fermo (1960).

Sempre in territorio Cremonese, a Gadesco Pieve Delmona premiato il Bar Carpe Diem (1937), a Paderno Ponchielli la Macelleria Piazzi Lara (1954), ad Annicco il negozio Calzature Barba (1927), a Castelleone il negozio Tindara Intimo e Arredo (1966).

Per Crema il negozio La Boutique delle Carni (1959) e il Pastificio Salvi (1967). Sempre in territorio cremasco, a Campagnola Cremasca premiata la Trattoria La Campagnola (1956), a Credera Rubbiano il Bar Giallo (1964) e la Trattoria La Pergola (1932). E ancora, a Pieranica riconoscimento al Bar Big Ben (1945), a Ripalta Cremasca premiate la Trattoria Via Vai (1964),  e Vailati Francesco di Vailati Gian Luca e C. Snc (1951). Infine a Vaiano Cremasco riconoscimento alla Salumeria Vailati di Vailati Antonio e Massimo Snc (1964).

“È il segno che puntare sulla tradizione è fondamentale per costruire il futuro e che tradizione e innovazione procedono molto bene insieme. Attraverso il passaggio generazionale e la capacità di saper coniugare l’evoluzione con il valore storico si possono vincere anche le sfide peggiori, come la crisi appena passata” commenta Alessandro Mattinzoli, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia. Quest’anno, sono ben 132 le attività che hanno partecipato alla cerimonia e sono state premiate dal presidente Attilio Fontana e dall’assessore Mattinzoli.

© Riproduzione riservata
Commenti