4 Commenti

Stradale, i dati 2018: 700
incidenti (19 mortali), 330
patenti ritirate e 19mila multe

La Sezione Polizia Stradale di Cremona ha reso noto i dati dell’attività svolta nel corso dell’anno 2018. L’obiettivo fondamentale, fanno sapere dalla stessa Stradale, rimane quello di ridurre gli incidenti stradali, le cui cause sono principalmente la velocità elevata, l’uso e l’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, le distrazioni alla guida. Il Comando di via Massarotti, con la collaborazione dei Distaccamenti di Crema, Casalmaggiore e Pizzighettone, ha predisposto 4.436 pattuglie in servizio di vigilanza stradale, di cui 2.658 lungo la tratta autostradale della A21 e 1.778 lungo le principali strade statali e provinciali del territorio cremonese. Tali servizi hanno fatto sì che venissero elevate 18.906 contravvenzioni al Codice della Strada, con 319 contestazioni per l’uso dei telefoni cellulari e 807 contestazioni per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza.

Ad integrazione dei consueti servizi, su precise disposizioni del Servizio Polizia Stradale, gli agenti hanno effettuato specifici dispositivi di controllo mirati alla prevenzione ed alla repressione delle condotte più pericolose, come la guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti, che si sono svolti principalmente durante le ore notturne dei fine settimana, anche mediante l’utilizzo delle apparecchiature Alcol Test e Drug Test, ritirando 301 patenti per guida in stato di ebbrezza e 27 per uso di sostanze stupefacenti.

Sono stati effettuati numerosi servizi di controllo ai mezzi pesanti, articolati secondo il modello ‘dell’Operazione alto impatto’. Particolare attenzione è stata dedicata ai veicoli che trasportano merci pericolose e ai trasporti eccezionali.Numerosi anche i servizi di controllo ai mezzi pesanti che trasportano animali vivi e sostanze alimentari, svolti in collaborazione con il personale del Servizio Veterinario dell’ATS Valpadana. Gli esiti dei controlli all’autotrasporto sono stati estremamente positivi: 1.310 infrazioni alle norme inerenti i tempi di guida e di riposo degli autisti, 58 alterazioni agli strumenti cronotachigrafici, 22 persone deferite all’Autorità Giudiziaria per la violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro. Sono stati incrementati i controlli preventivi nei confronti dei pullman adibiti al trasporto degli studenti in occasione di visite didattiche o gite studentesche; le pattuglie della Polizia Stradale cremonese hanno infatti verificato la regolarità di 42 mezzi, delle dotazioni di sicurezza e delle documentazioni richieste dalla legge.

L’attività infortunistica ha registrato un numero totale di incidenti stradali pari a 707, di cui 19 con esito mortale, 380 con feriti e 308 con soli danni a cose. Le persone decedute sono state complessivamente 19, mentre i feriti sono stati 520, con un lieve incremento rispetto all’anno precedente. Per i rilievi dei sinistri stradali è stata impiegata la nuova apparecchiatura in uso alla Polizia Stradale, denominata ‘Top Crash’, che utilizza una avanzata tecnologia per la ricostruzione della scena e della dinamica dell’incidente, basata sulla geolocalizzazione dei punti di interesse per il rilievo.

La squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polstrada di Cremona, con la collaborazione dei Distaccamenti di Crema, Casalmaggiore e Pizzighettone, nel corso delle indagini condotte, ha effettuato 7 arresti e 274 denunce in stato di libertà. Ha inoltre controllato 63 esercizi pubblici del territorio provinciale. La Polizia Stradale di Cremona è stata impegnata anche in servizi presso altre città, soprattutto in occasione di calamità naturali o situazioni di particolare gravità, collaborando con i Comandi di quei territori nella gestione delle emergenze. Infatti sia il Dirigente Vice Questore D.ssa Federica Deledda che numerosi operatori in servizio alla Sezione ed ai Distaccamenti, sono stati aggregati presso la città di Genova, a seguito del crollo del Ponte Morandi e delle conseguenti problematiche relative alla circolazione stradale e al soccorso alle persone.

Non è stata, infine, tralasciata l’attività di prevenzione e di formazione nei confronti degli alunni delle scuole della provincia di Cremona. Infatti bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di ogni ordine e grado, sono stati destinatari di numerose iniziative curate dal Comandante Federica Deledda e da altro personale appositamente formato, che mira a sensibilizzare i prossimi utenti della strada in materia di sicurezza e di autotuela. Complessivamente l’iniziativa ha permesso di raggiungere 19 plessi scolastici per un totale di circa 630 allievi. Nell’ambito dei corsi di recupero destinati a coloro che hanno subito il ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza, organizzati dalla l’AST Servizio Tossicodipendenze di Cremona, gli agenti della Polizia Stradale hanno incontrato circa 300 persone.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    Ottimo lavoro delle Forze dell’Ordine a servizio della collettività! Salvare vite umane non è un’opinione politica, ma una missione di civiltà.

    Ora possiamo sapere quante multe la Polizia Municipale di Cremona ha elevato nei confronti di ciclisti incoscienti nel 2018?

    • Mirko

      Mmmmm….forse 10 in tutto l anno

      • Illuminatus

        Non è la prima volta che io chieda questi dati, ma tutto tace sul fronte sinistro…

    • Elio

      Dalle parti di via Dante e viale trento trieste i ciclisti,pur avendo a disposizione piste ciclabili vanno su marciapiedi e contromano senza che nessuno addetto alla sicurezza stradale faccia qualcosa. Buon parte di questi poi sono extracomunitari ospiti della caritas( lo so’ con certezza in quanto vedo che vanno e vengono da li) ed anche se prendessero multe non le pagherebbero mai