Commenta

Per Casalmaggiore vittoria
sofferta contro
Il Bisonte al PalaRadi

Pomì Casalmaggiore – Il Bisonte Firenze [25-1; 25-19; 21-25; 16-25]

CASALMAGGIORE – 4 Mio Bertolo, 5 Spirito, 5 Lussana, 7 Marcon, 8 Gray, 9 Bosetti, 10 Radenkovic, 13 Arrighetti, 14 Carcaces, 15, Kakokewska, 16 Pincerato, 17 Rahimova, 20 Cuttino.
All: Marco Gaspari.

IL BISONTE FIRENZE: 1 Sorokaite, 2 Alberti, 3 Lippmann, 5 Bonciani, 7 Degradi, 8 Santana, 9 Daalderop, 10 Parrocchiale, 11 Candi, 14 Dijkema, 15 Popovic, 17 Venturi.
All. Caprara.

Una Pomì poco in forma, davanti ai 2.442 spettatori del PalaRadi, riesce a ritrovare la vittoria solo al tie break, contro Il Bisonte Firenze.

Casalmaggiore schiera nello starting six Danielle Cuttino, che dopo la prestazione convincente di Bergamo sembra non essere più destinata a stare sempre in panchina. E le rosa partono con grinta nel primo set, riuscendo a prendere subito distacco dalle fiorentine, che invece si rivelano piuttosto discontinue e poco concentrate. Le casalasche ne approfittano per ingranare la quarta e volare verso l’alto, lasciandosi indietro le avversarie. Quest’ultime partono all’inseguimento ma sempre con poca convinzione, senza impensierire una Pomì che sfodera una Cuttino e una Carcaces in gran forma. Ed è proprio la squadra di casa a chiudere il set in bellezza, sul 25-21.

Alla fine del primo set tutte le donne presenti al palazzetto sono invitate a radunarsi tutte insieme, con le giocatrici, in un settore del palazzetto: un flash mob per protestare contro la condizione delle donne in Arabia Saudita.

Inizia quindi il secondo set, in cui Casalmaggiore di nuovo ingrana pla quarta e riesce a prendere le distanze da subito, con punti messi a segno da Carcaces e da Kakokewska. Sull’11-6 Firenze chiede il time out e rientra in campo pià convinta, riuscendo a mettere a segno qualche punto che consente alle azzurre di riavvicinarsi alle Casalasche, tanto che sull-11-10 coach Gaspari è costretto a chiedere a sua volta il time out. Questo consente alle rosa di riprendersi e tornare ad accumulare punti. Gli attacchi di Cuttino e Carcaces vanno a segno con grande precisione e le casalasche chiudono il set sul 25-19.

La terza ripresa vede Firenze più convinta, tanto che sul 4-4 mette la freccia e sorpassa la squadra di casa. Casalmaggiore del resto non rimane a guardare e parte alla rincorsa, ma le fiorentine stavolta non cedono, e sul 9-12 coach Gaspari è costretto a chiedere il time out. Bisonte continua a correre, e Casalmaggiore arranca per riuscire a non concedere troppi punti di distacco. Le padrone di casa non riescono tuttavia ad arginare Firenze, che in questo set ha portato in campo la concentrazione di chi non può permettersi di perdere e una Sorokaite in splendida forma, così come Lippmann. La determinazione che consente alla compagine toscana di intascarsi il set, per 21-25.

La squadra continua a non funzionare neppure nella quarta ripresa: Firenze riesce di nuovo a dominare la partita, prendendo subito le distanze da una Pomì in fase decisamente down, che arrancano sotto i colpi delle avversarie. Gaspari prova un paio di cambi, facendo entrare Rahimova e Bosetti, ma la situazione non cambia e le rosa si fanno letteralmente surclassare dal Bisonte, galvanizzato dal risultato e che ormai domina la partita completamente. Le casalasche continuano a commettere errori e non riescono a rientrare in partita, decretando la vittoria delle avversarie per 16-25.

Si va così al tie break, che vede però ancora Firenze dettare le regole già dalle prime battute. Poi Casalmaggiore rialza la testa e finalmente riesce a sorpassare le avversarie. Un risultato che carica le rosa, complice anche qualche errore di troppo da parte della formazione toscana. Quest’ultima non intende però cedere il passo e riesce a ritrovare il giusto ritmo, passando nuovamente in vantaggio. Pomì dimostra grandi difficoltà soprattutto in ricezione e continua ad accumulare errori. Ciò nonostante le due squadre giocano punto a punto e Casalmaggiore, sul finale, riesce a mantenere la lucidità necessaria per arrivare alla vittoria (15-13).

© Riproduzione riservata
Commenti