Commenta

L'energia di Cantù
travolge la Vanoli:
82-66

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’-VANOLI CREMONA 82-66

Parziali: 29- 18, 48-28, 62-48

ACQUA SAN BERNARDO: Gaines 14, Mitchell 16, Blakes 10, Udanoh 8, Baparapè ne,  Parrillo,  Davis 5, Tassone   5 La Torre, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 24. All. Brienza

VANOLI CREMONA: Saunders 12,  Feraboli n.e., Gazzotti ne, Diener 3, Ricci 10,  Ruzzier 7, Demps 2,  Mathiang 12, Crawford 17, Stojanovic 3. All. Sacchetti

Prova di carattere ed orgoglio per l’Acqua san Bernardo Cantù che al PalaBancoDesio si impone sulla Vanoli Cremona 82-66. I giocatori del team brianzolo hanno accantonato per qualche ora i gravi problemi societari (stipendi non pagati, allenatore Pashutin che in settimana ha abbandonato la squadra) e con una prestazione di spessore, soprattutto degli uomini di maggiore talento (Jefferson, Mitchell, Gaines) hanno bloccato per la seconda volta in campionato la formazione cremonese. Inizio da incubo per Cremona, che subisce 7 punti consecutivi senza segnarne. Time- out per coach Sacchetti e dopo circa 4 minuti arriva il primo canestro su azione di Crawford. 16-4 al 5’. Vorrebbe provare a cambiare il passo Cremona che costruisce bene il tiro ma non realizza canestri: 20-5 al 6’. 0 su 7 da due per gli ospiti. Saunders con una “bomba” porta a meno 9 la Vanoli sul 23-14 all’8 e 29-18 al 10’. Tiri comodi ed aperti per Demps e compagni ma nessun canestro. Cantù corre e concretizza 31-18 al 22’ ma quanta fatica per Cremona per andare a segno. 38-22 al 15’. I difensori canturini occupano tutti gli spazi difensivi e per Mathiang e compagni (irriconoscibili!!) sono dolori, 48-28 all’intervallo. I cremonesi provano a dare segni di vita, 51-36 al 23’, mentre l’attacco di Cantù si inceppa. La Vanoli Cremona non va oltre il 57-43 al 28’ pur perdendo in avanti meno palloni rispetto ai locali. Coach Sacchetti immette un quintetto basso che tuttavia non supera il “limite di livello” psicologico. 4 su 24 da tre punti nel frangente. 62-48 al 30’. Cremona appare troppa nervosa ma tenta il tutto per tutto. 71-60 al 35’. Cantù accusa il colpo e la stanchezza (71-64) sceglie conclusioni complicate in attacco, fallendole, ma per Cremona non è sufficiente per rimontare (74-64 al 38’).

Sabato sera al PalaRadi alle 20.30 giungerà la Segafredo Bologna; poi final-eight di Coppa Italia a Firenze.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti