9 Commenti

Negozi: chiude Pittarosso,
spopola l'ortofrutta
low cost

Sabato 9 febbraio è ufficialmente l’ultimo giorno di apertura di Pittarosso a Cremona, il negozio di scarpe e borse che si trova in corso Vittorio Emanuele II, al piano interrato nello store che ospita anche l’Oviesse. Un’altra grande catena che lascia il centro storico, come era successo qualche anno fa, proprio in questi locali, con il marchio Bata. Sempre dall’interno di Oviesse se n’era andata anni fa la profumeria Limoni. Un centro storico, dunque, che sembra essere sempre meno apprezzato  dalle grandi aziende, mentre segnali di rilancio si riscontrano in un genere, l’ortofrutta, che ultimamente era stato spazzato via dai supermercati. Prova ne sia la nuova bottega di via Monteverdi aperta da qualche giorno, che offre frutta e verdura a prezzi concorrenziali, a partire da 0.99 euro al kg. Questa mattina, giorno di mercato, pare ci fosse la fila per entrare.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Pittarosso… le scarpe di cartone andavano di moda 30anni fa!

    • Ronni

      È il terzo gruppo calzaturiero italiano….

      • Roberto

        Si ma la qualità è scarsa e se stanno chiudendo punti vendita, sono in recessione

  • Elio

    I prezzi cosi bassi della frutta spero siano dovuti ad un ninor numero e guadagno degli intermediari e non abbassando ulteriormente il prezzo del prodotto all’origine

    • Ronni

      Sono dovuti al fatto che si sono tolti il cappio al collo dei centri commerciali , come stanno già facendo alcune industrie casearie e di salumi

      • Elio

        Se ne sei sicuro sono felice. Bisognerebbe farlo presente al sindaco che ama cosi tanto la grande distribuzione

        • Ronni

          Sicurissimo…c’entra col mio lavoro !! È una “rivoluzione” che sta partendo dal sud , altro non posso aggiungere perché qui non si possono far nomi ovviamente….

  • pisto

    …siamo alla frutta…

  • Simone

    Partono da 0.99 al kg perché non è frutta ben lucida e bella ma quella denominata di 2°scelta. Ma restano comunque buone sia le verdure che la frutta.