3 Commenti

Cremona ancora nella
morsa dello smog: polveri
sottili di nuovo alle stelle

E’ durata solo un giorno la tregua concessa dal vento del fine settimana: la concentrazione di polveri sottili nell’aria ha infatti già ricominciato a salire, attestandosi nella giornata di mercoledì sui 77 microgrammi per metro cubo. Insomma, un trend che non accenna a migliorare, anche secondo le previsioni di Arpa Lombardia, secondo cui il livello degli inquinanti nell’aria è destinato a crescere ancora.

Restano quindi in vigore, almeno per ora, le misure antismog di primo livello, che sicuramente verranno confermate anche dopo il controllo di oggi, sebbene per il momento non sembra abbiano sortito effetti. Le misure si aggiungono a quelle permanenti già in vigore: limitazione all’utilizzo delle autovetture private di classe emissiva Euro 4 Diesel in ambito urbano dalle ore 8.30 alle ore 18.30; divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con prestazioni energetiche ed emissive non in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle; divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, e così via), di combustioni all’aperto; introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali; divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso; divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Jo Pesce

    Ciclisti inalare inalare inalare così risolviamo il problema

    • Mario Rossi SV

      Inspirare con il naso- espirare con la bocca… ad ogni pedalata, ottima idea! Meglio del FAP.

      • Illuminatus

        E poi pulisce l’ambiente! Evviva!!