2 Commenti

Smog alle stelle:
da inizio anno già oltre
40 giorni fuori dai limiti

Da otto giorni consecutivi l’aria cremonese è irrespirabile, ma se si guardano i dati complessivi, dall’inizio di gennaio a lunedì 4 marzo, sono stati oltre 40 i giorni di superamento della soglia limite (41, nel dettaglio). Considerando che dall’inizo dell’anno sono trascorsi 64 giorni, la percentuale risulta essere davvero elevatissima e fotografa una situazione decisamente allarmante (anche considerando che secondo le normative europee i giorni di superamento del limite dovrebbero essere al massimo 35 in un anno), complice anche il clima particolarmente arido che ha caratterizzato la stagione invernale.

Dunque restano attive le limitazioni temporanee di primo livello nel nostro territorio, sebbene finora la Polizia Locale non abbia elevato finora alcuna contravvenzione. Le Limitazioni riguardano il settore traffico (limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta), il settore riscaldamento domestico (limitazione all’uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 3 stelle, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni) e agricolo (divieto di spandimento liquami zootecnici, divieto assoluto di combustioni all’aperto).

Come previsto dalla delibera regionale, i dati sulla qualità dell’aria a valle del blocco verranno esaminati ogni giorno e verrà data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee di 1 livello. Secondo le previsioni meteo di Arpa Lombardia, sembra che da metà settimana vi saranno le condizioni meteorologiche favorevoli alla dispersione degli inquinanti. Questo però non risolve un problema ormai annoso, a cui neppure le limitazioni regionali sembrano essere in grado di dare un freno.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Sempre solito discorso….CI VOGLIONO I CONTROLIIIII

  • Jo Pesce

    Ringraziate tutti l’amministrazione comunale che ci fa respirare ottimamente