13 Commenti

Cavo Cerca, intervento da
quasi 2 milioni di euro: Giunta
approva studio di fattibilità

“Primo importante tassello per la messa in sicurezza dell’impalcato del Cavo Cerca in via dell’Annona”. Con queste parole dal Comune fanno sapre che nella seduta di oggi, mercoledì 20 marzo, della Giunta, su proposta dell’Assessore alle Infrastrutture Alessia Manfredini, è stato infatti approvato lo studio di fattibilità che riguarda la sistemazione del tratto compreso tra la rotatoria di via Persico e quella di via Mantova, in particolare la zona in cui il Cavo Cerca interseca via dell’Annona e quella degli accessi agli edifici prospicienti via Mantova. Il costo dell’intervento sul primo lotto è stato stimato in 980.903,26 euro, mentre quello complessivo è di 1.868.986,65 euro. L’intervento è inserito nel Programma delle Opere Pubbliche 2019/2021 nell’ambito dei lavori di ripristino e consolidamento di tratti dei canali civici e verifiche statiche infrastrutturali.

Lo studio di fattibilità è stato redatto in base agli approfondimenti di carattere tecnico basati sulle risultanze dei sopralluoghi effettuati sul posto, uno nel mese di agosto e l’altro nel dicembre 2018. In quelle occasioni addetti specializzati hanno percorso tutto il tratto del Cavo Cerca coperto, da via Giuseppina a via Brescia, identificando le parti ammalorate. Alla luce di questo, l’impalcato del Cavo Cerca di via dell’Annona è stato inserito nell’elenco delle emergenze infrastrutturali trasmesso poi ai competenti Ministeri, non solo per evidenziarne la criticità, ma anche per ottenere il finanziamento necessario a coprire gli elevati costi dell’intervento soprattutto nel tratto da via Persico a via Mantova. A tale i tecnici del Comune parteciperanno alla cabina di regia Lombardia Sicura convocata dalla Regione il 29 marzo prossimo.

“A seguito della valutazione sulla sicurezza delle strutture di copertura del Cavo Cerca – si legge in una nota -, verificatone il degrado attraverso sopralluoghi, ricerche d’archivio e sui materiali impiegati (la copertura del Cavo è stata realizzata tra il 1956 e il 1969 in varie fasi e con le tecnologie all’epoca disponibili), è stata emessa nei mesi scorsi apposita ordinanza per la limitazione del transito veicolare ed il divieto di utilizzo di parte del parcheggio di via dell’Annona. Prese in considerazione tutte le analisi eseguite, le condizioni dei vari tratti e il contesto ambientale, nello studio di fattibilità sono previsti diverse fasi di interventi: demolizione completa delle strutture esistenti, anche a lotti; rifacimento della porzione di impalcato posta in prossimità dell’incrocio di via dell’Annona con via del Macello mediante l’utilizzo di calcestruzzi ad alta resistenza e conformi alle più recenti normative; rifacimento dei passi carrai e pedonali nei tratti interessati all’accesso alle proprietà laterali; messa in sicurezza dei tratti a cielo aperto e rimodulazione della viabilità pedonale e carraia del contesto”.

LA TAVOLA DEL PRIMO LOTTO
LA TAVOLA DELL’INTERVENTO COMPLESSIVO

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Stranamente, da quando hanno modificato la viabilità(sottopasso via Brescia è sensi unici)le vie di cremona sprofondando….bah coincidenze

    • Gianluca

      Potrebbe anche essere che le opere di nuova costruzione abbiano accelerato un processo di progressivo indebolimento delle strutture circostanti che, altrimenti, si sarebbe manifestato più in là nel tempo. Non ho alcun titolo per affermare ciò, ma la sua teoria non la ritengo campata per aria.

      • Mirko

        Via Dell annona, sta sprofondando proprio ora, in coincidenza con la deviazione del flusso del traffico nel sottopasso di via persico e via Brescia…..oltre al danno la beffa che rimarrà sul groppone delle future amministrazioni, comunque sia la viabilità è peggiorata a dismisura sotto le mani del PD

        • zenigweb

          Però, per la precisione, i sottopassi sono stati fatti con il centrodestra a governare la città (ho controllato qui su Cremona Oggi, lavori nel 2013 nella seconda parte della giunta Perri).

          • Illuminatus

            Ma il progetto, che vedeva il traffico veicolare in entrambi i sensi, è stato cambiato dall’Amministrazione attuale. Ragione per cui il Comune ha dovuto restituire, se ricordo bene, 300mila euro di finanziamenti regionali.

          • Alessia Manfredini

            Via Brescia. Qui si parla di via dell’Annona. In linea d’aria 800 mt di distanza.

          • Illuminatus

            Non ho frainteso sui 300mila euro per il sottopasso di via Brescia?

          • Diretur

            Sei un disco rotto

        • cassandra

          Ci sarà qualche nesso di causa Con l’ assetto planetario e astrale? Consultato L oroscopo ?

        • Diretur

          Oh ma il traffico passava anche prima, solo che c’erano i passaggi a livello.. non è che passava altrove!

      • cassandra

        Se ritiene, a ragione, di nn avere titolo per esprimersi in materia , la inviterei ad essere coerente con ciò che pensa. Taccia … per il bene comune . Sta dicendo sciocchezze , ma sotto sotto se rende conto da solo

        • Gianluca

          Visto che io ho l’umiltà di dire che non sono esperto in materia (esprimo gentilmente una mia personale opinione) sentiamo invece Lei cosa ha da dire.

    • Alessia Manfredini

      Le consiglio di leggersi la documentazione relativa al Cremona City Hub, già nel 2012, casualmente, il cavo Cerca era previsto a cielo aperto…1/1,5 mln di intervento. Demolizione