Commenta

Una splendida Pomì batte
Novara 3-1 nell'ultima
partita di regular season

Fotoservizio Francesco Sessa

Pomì Casalmaggiore – Igor Gorgonzola Novara (25-17; 19-25; 25-19)

CASALMAGGIORE – 3 Skorupa, 4 Mio Bertolo, 5 Spirito, 6 Lussana, 7 Marcon, 8 Gray, 9 Bosetti, 10 Radenkovic, 13 Arrighetti, 14 Carcaces, 15 Kakolewska, 16 Pincerato, 20 Cuttino. All. Gaspari-Bertocco.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: 1 Carlini, 2 Stufi, 3 Camera, 4 Plak, 5 Nizetich, 10 Chirichella, 11 Sansonna, 12 Piccinini, 13 Bici, 14 Bartsch, 15 Zannoni, 17 Veljcovich, 18 Egont
All.: Barbolini.

Una èpiù Pomì Casalmaggiore assolutamente impeccabile travolge la capolista Igor Gorgonzola Novara nell’ultimo match della regular season davanti ai 3.041 spettatori del PalaRadi. Una partita entusiasmante, che senza dubbio riaccende le speranze sulla squadra, in vista dei play off.

Partenza difficile per Casalmaggiore contro la capolista, che da subito sfodera in campo il proprio carattere dirompente e mette la freccia. Le rosa tuttavia non si lasciano scoraggiare e partono subito all’inseguimento e riesce a tenere testa alle avversarie e addirittura a portarsi in testa, costringendo coach Baraldi a chiedere un time out sul 14-11. Novara cerca di recuperare punti ma èpiù Pomì non cede e continua a tenere le redini della partita e arriva a testa alta alla fine del set, che chiude sul 25-18.

Casalmaggiore scende in campo determinata anche nel secondo set e dice subito la sua, ma stavolta la risposta delle piemontesi non si fa attendere e scatta il sorpasso sul 3-4. Novara mette in campo la propria esperienza una panchina molto più lunga di quella delle padrone di casa, ma quest’ultime non si lasciano intimorire e tallonano a stretto giro la squadra ospite. Il set prosegue punto a punto, col vantaggio che passa da una formazione all’altra. Sul 14-14 Casalmaggiore inizia ad accusare il colpo e Novara prende in mano le redini del set, riuscendo a chiudere sul 19-25.

Nella terza ripresa le rosa tirano fuori le unghie e mettono a segno una serie di punti che la portano in vantaggio. Novara non si scompone e si mette all’inseguimento, ma le rosa mantengono i nervi saldi e così anche il proprio vantaggio. Sul 10-6 coach Barborini è costretto a chiedere un time out. Casalmaggiore tuttavia continua a dirigere il gioco, riuscendo a tenere in scacco le avversarie, che dal canto loro accusano qualche segno di stanchezza e mettono in campo qualche errore, da cui comunque non è esente neppure la squadra di casa. Le rosa mantengono però un sangue freddo invidiabile e riesce a chiudere il set sul 25-19,

Casalmaggiore, sempre sostenuta da un tifo entusiasta, non perde la concentrazione neppure nel quarto set, mettendo subito fuori la freccia e guadagnando qualche punto di gap. D’altro canto una formazione matura come Novara non si ascia scoraggiare facilmente e parte all’inseguimento. Le rosa tuttavia non si scompongono e continuano a collezionare punti, costringendo le avversarie a fermare il gioco col time out sul 12-8. Egonu, top scorre della partita, crea qualche difficoltà, lanciando spesso palle imprendibili, ma questo non ferma l’escalation casalasca, che sul 17-12 costringe nuovamente coach Barborini a invocare il time out. Neppure questo è però sufficiente per frenare la furia rosa, che continua a collezionare punti, sempre tallonata però dalle piemontesi, che cercano di giocarsi il tutto per tutto. Una Casalmaggiore travolgente chiude il set per 25-21, conquistando la vittoria.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti