Commenta

La città come un giardino:
il 27 e 28 aprile tornano
le Invasioni Botaniche

Torna anche quest’anno l’ormai tradizionale appuntamento con Le Invasioni Botaniche, che per due giorni, il 27 e 28 aprile, trasformeranno il centro storico di Cremona in un giardino coloratissimo. Teatro dell’evento saranno i corsi Garibaldi e Campi, nonché i giardini di Piazza Roma, dove florovivaisti provenienti da tutta Italia esporranno le proprie piante e fiori, accanto a banchi di artigianato artistico, di cosmetici naturali e di oggetti per il giardino. Spazio anche al cibo biologico, mentre la novità di quest’anno saranno i fiori recisi a chilometro zero, provenienti da una flower farm del Piacentino.

Filo conduttore dell’edizione 2019 sarà la musica, in quanto parallelamente a Cremona si svolgerà il Congresso Esta, dedicato a viole e violini. Proprio la musica ha quindi ispirato il programma della manifestazione, articolato in tre parti: installazioni di verde, percorso artistico (con alcune mostre) e laboratori vari. Inoltre durante la due giorni sono in programma le Variazioni Botaniche, momenti di intrattenimento musicale proposti da musicisti internazionali che si esibiranno in vari punti della città: dalla pagoda dei Giardini alla Casa di Stradivari, dalla Bottega di Liuteria Conia a Palazzo Calciati.

In particolare, la Slovenian Fiffle Gang si esibirà in diversi momenti musicali in corso Garibaldi e presso la pagoda dei giardini, mentre presso la casa di Stradivari, alle 18, si esibiranno Daniele Richiedei (sabato) e Maxime Grizard (domenica), nell’ambito della rassegna Sguardo Concorde. Sabato alle 17 presso la bottega Conia, in corso Garibaldi, si terrà un concerto di Stefan Stancic e Silvia Vendrame. Domenica 28 aprile invece alle 15, in piazza del Comune, appuntamento con il concerto ‘1001 strings of the World’, a cui potranno partecipare fino a mille violinisti, diretti dal violinista e compositore russo Aleksej Igudesman.

© Riproduzione riservata
Commenti