Commenta

Tra palco e città,
il 2 maggio parte
la 5a edizione

Al via, giovedì 2 maggio, al Teatro Monteverdi (via Dante 149), ‘Tra Palco e Città’, rassegna teatrale inclusiva dei servizi per la disabilità, giunta alla sua quinta edizione. L’iniziativa è organizzata dall’Ufficio Piano Locale Giovani del Settore Politiche Educative del Comune di Cremona e il Teatro Monteverdi in collaborazione con Agropolis Cooperativa Sociale Onlus, ANFFAS Cremona Onlus, LAE Società Cooperativa Sociale Onlus, Dolce Società Cooperativa Sociale Onlus, Associazione Giorgia, Ventaglio Blu Società Cooperativa Sociale, Altana Società Cooperativa Sociale Onlus e Ticonzero – Arte Teatro Formazione Educative.

Tale rassegna costituisce “un importante strumento di valorizzazione e consolidamento della rete di collaborazioni, già esistenti, tra scuole secondarie di secondo grado ed associazionismo, con particolare attenzione all’integrazione e alla realizzazione personale e sociale delle persone con disabilità”, come sottolineano dal Comune. Tutte le realtà cittadine che operano in ambito di integrazione sociale svolgono attività laboratoriali, formative e performative al Teatro Monteverdi, confermando l’accessibilità della sala di via Dante 149 quale “luogo centrale per attività che hanno finalità sociale, espressiva ed educativa del territorio”.

L’incontro tra il mondo scolastico e quello associativo favorisce, nell’intenzioni del Comune, “lo scambio e la visibilità dei percorsi realizzati contribuendo in modo creativo alla realizzazione e alla contaminazione di linguaggi artistici capaci di coinvolgere attori e spettatori. Parte della rassegna è infatti realizzata in collaborazione con alcuni istituti scolastici di Cremona in modo da offrire opportunità e percorsi formativi a studenti delle scuole scuole secondarie di secondo grado”. 
 In particolare, i momenti performativi gestiti da Agropolis Cooperativa Sociale Onlus vedono coinvolti l’Istituto di Istruzione Superiore ‘L. Einaudi’ ed il Liceo Scienze Umane Economico Sociale ‘S. Anguissola’ di Cremona.

L’Amministrazione comunale mette in campo coordinamento e programmazione della rassegna teatrale, supporto tecnico professionale oltre alla copertura degli oneri di rappresentazione, sviluppo e gestione della promozione. Sono previsti spettacoli sia nella fascia oraria diurna per le scuole, che in quella serale o tardo pomeridiana per i cittadini e i familiari. Il doppio turno delle rappresentazioni mattutine permette infatti agli studenti di assistere a spettacoli realizzati da ragazzi disabili e, viceversa, a questi di partecipare ai momenti performativi realizzati in ambito scolastico. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero.

© Riproduzione riservata
Commenti