60 Commenti

In piazza Marconi CasaPound
ha commemorato
il fascista Mario Merlini

La storia del fascista  Mario Merlini, fucilato in piazza Marconi all’indomani del 25 aprile 1945, è stata rievocata questa mattina da CasaPound con la deposizione di un mazzo di fiori sulla parete di Palazzo dell’Arte. I simpatizzanti dell’organizzazione sono partiti dalla sede di via Geromini intorno alle 9.30, quindi in piazza Marconi Diego Ratti, candidato sindaco di CasaPound, ha ricordato i fatti di quei giorni, quando Merlini, volontario camicia nera, medaglia di bronzo per la campagna di Russia e membro della Guardia Nazionale Repubblicana, venne prelevato dall’ospedale, dove era stato ricoverato per le conseguenze di una ferita che si era procurato per non cadere nelle mani dei partigiani, trasportato in barella in piazza Marconi e qui fucilato.

Il corteo, composto da circa 30 aderenti a CasaPound, si è poi mosso alla volta del cimitero per rendere omaggio alla tomba di Merlini e degli altri fascisti fucilati nell’allora Caserma del Diavolo in via S.Maria in Betlem (ora sede della residenza universitaria).

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giorgio

    Merlini nei racconti dei miei nonni ricordd

  • Giorgio

    Merlini nei racconti dei miei nonni ricordato come persona violenta a prescindere dal credo politico. Il commemorare anche i delinquenti è sintomo dell’avvicinarsi di tempi bui

    • Elio

      Mao è commemorato da milioni di persone tra cui la maggior parte non violente. Se commemorano pacificamente che facciano pure. Trovo sempre di cattivo gusto criticare,sia nel bene che nel male,cose cosi intime e personali come la commemorazione dei defunti

      • Illuminatus

        Ricordiamo, per chi è a digiuno della Storia, che Pol Pot ha fatto fuori un quarto della popolazione del suo Paese nel nome del Comunismo marxista-leninista. Un record, penso.

        https://en.wikipedia.org/wiki/Pol_Pot

        • Trudy

          Qualcuno in italia si è scandalizzato per tutti i bambini morti?

          • Marco

            Di sicuro non va di moda scandalizzarsi per i bambini annegati nel Mediterraneo.

          • Trudy

            È stata la BOLDRINI e tutti i buonisti che attirando verso l’Italia questi disgraziati li hanno messi in pericolo di vita

          • Marco

            Quindi possiamo lasciarli annegare con la coscienza pulita? Complimenti.

        • Andrea

          Illuminatus, non capisco perchè tu cada in queste banalità. Se domani arriva un mega dittatore che fa 200 milioni di morti, allora Stalin diventa buono perchè ne ha fatti la metà? Qui nessuno di quelli che odia il fascismo tifa per Stalin o Pol Pot….indubbiamente il comunismo ha fatto un sacco di vittime, difatti non sento mai dire “abbasso il duce e viva Stalin” ma sempre e solo “abbasso il Duce”, e sai perchè? Perchè qui non abbiamo avuto Stalin, ma Mussolini. I morti del comunismo annullano quelli del fascismo? Non capisco questo tuo ragionamento (che ne segue molti altri uguali) secondo la quale chi fa meno morti ha diritto ad essere commemorato. Io penso “che schifo Stalin, che schifo Pol Pot, che schifo Mussolini”, e mi infastidiscono i saluti romani per il significato che hanno, e la legge mi da ragione. Perchè quando lo faccio notare mi ricordano tutti i morti del comunismo? e quindi?

      • Giorgio

        Spiegami cosa c’è di intimo tra 30 deficienti di Forza Nuova e un delinquente.

        • Elio

          Non lo so e perché intimo lascio dare ciò che vogliono purché non facciano casino. Cosa c’è di intimo nel bruciare un cadavedere o andare a messa o pregare? Non lo so ma se non fanno casino che facciano pure. Non sono onniscente e non posso dire,credo come tutti noi,cosa ci sia nell aldilà, cosi rendendomi conto della miaignoranza non critico ciò che riguarda i defunti

        • Trudy

          Sei come loro vuoi negare la libertà. Non ti piacciono girati dall’altra parte.e lascia vivere,loro si divertono così

  • antonio1956

    Mio nonno, durante il ventennio, usava spandere badilate di escrementi animali su manifesti propagandistici quando riteneva fossero contrari al suo modo di vedere le cose. Dopo la liberazione fu invitato a partecipare alle ritorsioni, ma vi rinunciò. Mi pare di aver letto che Merlini fu fucilato appeso alla barella con la quale fu prelevato dall’ospedale. Si legge che ne combinò di tutti i colori durante il ventennio; in ogni caso, però, fu vittima di giustizia sommaria e questo non doveva succedere. Questa commemorazione è, a parer mio, legittima, in quanto non si riferisce al suo agire, ma alla sua morte.

    • Elio

      Complimenti per suo nonno. Un vero partecipe della resistenza con seri ideali

      • Diretur

        Non è l’unico, per questo mi indigna l’attuale sputtanamento che va di moda.. detto questo è difficile giudicare con la mentalità di oggi, dopo 80 anni di pace, i regolamenti di conti postbellici

        • Elio

          Esatto,criticare col senno di poi è facile,criticare i vinti è come rubare caramelle ad un bambino in quanto la storia la scrivono i vincitori

  • Marigio

    In questi casi si chiama resa dei conti…W i partigiani!!

    • Elio

      Sono questi fatti che infangano il nome di tutti i bravissimi ed onorevoli partigiani combattenti. Questo è il classico caso di sparare sulla croce rossa

    • Trudy

      Non ha mai pensato che se quei fascisti di m….avessero vinto,i partigiani sarebbero vestiti di nero

      • Marco

        Piuttosto pensa se i partigiani avessero finito il lavoro, pensa se non ci fosse stata un’amnistia. E ringrazia.

        • Trudy

          Vestiti di nero?

          • Marco

            Non credo, normalmente alla vista del nero sparavano.

  • bright star

    Chi vuol ricordare il ventennio di degrado morale e di violenza è dalla parte della violenza, la costituzione è ANTIFASCISTA ed è la base della democrazia tutto il resto non è più degno di esistere.

  • nessuno

    Trenta sacchi neri (e quindi rifiuti indifferenziati) guidati da Sorci (un nome un proframma) non hanno alcun diritto di commemorare niente e nessuno. Il loro posto è sempre stato e sempre sarà la fogna.

    • Elio

      Dei valori di libertà e democrazia voluti dalla resistenza vedo che non ha appreso nulla. Ci sono stati elementi della resistenza che senza processi hanno fatto giustizia in maniera sommaria compromettendo il buon nome della resistenza,che non era composta solo da gente di sinistra come spero lei sappia, e chi non ha capito i valori della resistenza è ancora peggio di loro. Complimenti,uno con le sue idee lo avrei visto bene a capo delle ss

    • Trudy

      Sei e sarai sempre un nessuno.però con la testa di c

      • nessuno

        La censura é in linea con i sacchi neri che in questi giorni fanno bella mostra in giro x la città. Sorci il capo t..i i camerati. Così è più accettabile ?

  • Mirko

    Sono per il vivere e lascia vivere….basta che il lasciar vivere non rechi danno a chi vive….comunisti,fascisti, nazisti, anarchici, ecc….possono pensarla come vogliono, l’importante è non rompere i coglio.i a chi la pensa diversamente

    • Marco

      Se fai il saluto fascista in pubblico, a me personalmente i cosiddetti vanno in frantumi.

      • Mirko

        Sinceramente saluto fascista, comunista, anarchico o altro poco mi importa,ti potranno cadere o rompersi, ma fino a quando non fanno casini per me possono farlo

        • Marco

          Questo lo dici tu. La legge e la costituzione dicono altro.

          • Mirko

            Appunto, se leggi ho scritto per me, per me non, bisogna o è così….ho scritto per me

          • Marco

            E allora mi spiace per te. “Vivi e lascia vivere” e commemorazione fasciste non sono compatibili.

          • Mirko

            No mi spiace per te che ti fai problemi di 4 scalmanati che stendono il braccio o fanno il pugno, per me I problemi sono altro, finti buonisti, stupratori, spacciatori e mafiosi, questi sono i problemi,poi vedi tu

          • Marco

            Mi faccio problemi perché il tutto fa parte dello scenario fascioleghista che ci dobbiamo sorbire quotidianamente, lo stesso che vuol far credere che l’unico problema sia l’immigrazione e la connessa microcriminalità… i risultati si vedono nelle tue priorità e nei commenti di tanti altri. Dove sono l’evasione fiscale, la corruzione, un femminicidio ogni tre giorni, lo sfruttamento dei lavoratori nella logistica e nell’agricoltura, i morti sul lavoro per scarsa sicurezza, i giovani laureati che lasciano il paese in massa? E non tirate fuori Soros che è vecchia.

          • Mirko

            Forse non ci siamo capiti, io sono per la legalità in tutto, ma le priorità non sono, ripeto, 4 persone con il braccio teso o pugno chiuso, poi mi sa che stiamo parlando la stessa lingua

          • Elio

            Lo sfruttamento dei lavoratori è fatto da gente senza scupoli perché c è un eccesso di manodopera a basdo prezzo dovuto all immigrazione clandestina,si vedano i braccianti al sud italia… Buona parte dei fatti di cronaca con atti criminali sono indiscutibilmente legati ad immigrati anche se sono in.mi iranza rispetto agli italiani questi criminali son piu pericolosi di qualche saluto romano

          • Marco
          • Elio

            Concordo

          • Elio

            Neanche con le manifestazioni dei centri sociali. Sul viale trento e trieste hanno fatto un sacco di danni,i fascisti con le loro commemorazioni neanche un euro di danni ne hanno fatto casino

          • Elio

            Ma le leggi bisogna farle rispettare tutte ed iniziamo per priorità. Femminicidi e stupri non puniti,corruzione,mafia,immigrazione clandestina,prostituzione,droga,inquinamento,occupazioni abusive,infibulazioni…. poi penseremo ad un saluto fascista,non crede?

          • Andrea

            Ok, quindi la prossima volta che ti rubano la bicicletta, il poliziotto è legittimato a dirti (secondo il tuo ragionamento) “eh ma lo sa che nel frattempo spacciano droga? le sembra prioritaria la bici?”…..ma che discorsi fate? non è che si punisce un reato alla volta a seconda della priorità!! se una cosa non la puoi fare NON LA PUOI FARE!

          • Elio

            Se ci sono spacciatori nell vicinanze o gente pericolosa è normale. Se stanno spacciando davanti a delle scuole ed uno mi ruba la bici è ovvio che se c’è un agente dia priorità allo spacciatore. Se ci sono agenti per fare tutto allora si faccia tutto ma visti i risultati non mi sembra,quindi si diano le priorità.

          • Andrea

            …..ma fai sul serio? quindi davvero posso mettermi a spacciare senza problemi quando un altro commette un crimine piu grave? sei fenomenale. Cosa dice la gente per giustificare l’ingiustificabile….se per sfortuna i carabinieri assistono ad una cessione di stupefacenti intanto che stanno fermando quello che ti ha rubato la bici, fermano sia il ladro che lo spacciatore…..ma ti rendi conto di cosa scrivi? Mi sembra pazzesco…”se ci sono spacciatori li intorno è normale…” che lascino andare un ladro??? io spero vivamente che tu stia scherzando

          • Elio

            Piu grave spacciare o rubarmi la bici?

          • Andrea

            è più grave spacciare, ma che cosa diamine vuol dire?? è più grave uccidere di spacciare, e quindi? lasciamo perdere gli spacciatori perchè ci sono gli assassini? ma lo senti il rumore delle tue dita sugli specchi? Stai dicendo che chi commette il reato di apologia del fascismo non va perseguito perchè c’è di peggio e va data priorità a loro….ma che razza di argomentazione è mai questa? allora aboliamo i reati minori che tanto c’è chi fa di peggio!! ma robe da matti

      • Elio

        A me si rompono di piu vedendo molte sentenze dei giudici e un un’illegalità sempre piu diffusa. Saluto romano o pugno chiuso sono cose fine a se stesse

  • Telafó Giovanni

    Ecco una lettera inviata al quotidiano di Cremona il 22 luglio del 2016 dalla signora Esterina Ferraroni che ci racconta qualcosa di più “dell’eroico Merlini”
    Quel fascista cercava disertori e mi mise una roncola al collo
    Signor direttore,
    sono una donna anziana di 88 anni. Le scrivo per raccontarle un mio ricordo che mi viene ancora alla mente a molti anni di distanza.
    Era il 1940, c’era la guerra e avevo 12 anni. Abitavo in una cascina di Alfiano Nuovo. In quel periodo vagava per le campagne intorno a Corte de’ Frati un fascista che faceva spavento solo a guardarlo: vestito di nero, un fregio a forma di teschio sul cappello, pistole infilate nella cintola, cinture di munizioni a tracolla, coltelli, granate a mano. Aveva l’abitudine di capitare all’improvviso nelle case, magari mentre la gente mangiava. E terrorizzava tutti, frugava nelle stanze e minacciava con le pistole.
    Un giorno capitò nella povera cascina dove abitavo con la mamma e il papà, la mia nonna e i miei tre fratellini. Entrò nella cucina dove stavamo cenando e mi ghermì davanti ai miei famigliari spaventati e dopo avermi afferrata la folta chioma mi mise una roncola al collo. Cercava dei disertori e minacciava di morte una bambina affinché confessasse. Quell’episodio mi colpì molto e ancora adesso lo ricordo nelle mie notti. Non so che fine abbia fatto quell’uomo. Il suo nome era Mario Merlini.
    Esterina Tomasoni
    (Cremona)

    • Elio

      Sarebbe utile ricordare anche le testimonianze delle marocchinate fatte da parte dei liberatori ma si sa,toccare gli amici mussulmani non è bello e per di piu hanno vinto

      • Franco Ferrari

        Le truppe marocchine che hanno compiuto le cosiddette “marocchinate” non possono avere alcuna giustificazione e sono una vergogna per tutti gli esseri umani. Ma non pensa che forse sia ancor più vergognoso che ad autorizzarli e incitarli a commettere stupri, rapine e omicidi sia stato un generale francese di fede cristiana.
        In questa tristissima vicenda la religione non c’entra nulla. Stiamo parlando di truppe coloniali degli anni ’40.
        Poi qui stiamo parlando della commemorazione di una persona che si è comportata male a Cremona. Penso che a nessuno venga in mente di commemorare le “marocchinate”.

        • Elio

          Ma è giusto far leggere testimonianze di entrambi i fronti,non pensa? Poi sono stati scelti gli arabi per fare porcherie,come mai?

          • Franco Ferrari

            Giustissimo, però restiamo nel contesto locale. Sono stati scelte truppe marocchine perchè molto più sacrificabili in una missione quasi suicida. Meglio che muoiano degli arabi che dei buoni francesi. Le ripeto, “marocchinate” ne abbiamo fatte anche noi italiani in Grecia e in Albania, per non parlare della Libia e dell’Etiopia. Sul cinturone delle SS c’era scritto “Dio è con noi”…

      • Telafó Giovanni

        Uno tira fuori le marocchinate e Mao, l’altro Polpot ma intanto una risposta che verta sul tema non arriva mai…

        • Elio

          Che risposta vuole? Non fanno casino ne danni e lasci che commemorino chi vogliono loro

        • Illuminatus

          Perché sono tutti attuali quanto Mussolini, per il quale si stracciano le vesti i più pii. Non serve risposta. Il nuovo totalitarismo arriverà con un altro nome.

  • ciclo-pe

    Perchè non andate a commemorare le migliaia di vittime, compresi donne e bambini, ammazzate dai nazi-fascisti e le vittime della guerra in cui il fascismo ci ha trascinato invece di piangere per il camerata, che a quanto pare, non era proprio uno stinco di santo? Forse dimenticate che ci fu una guerra civile, da una parte le forze partigiane a cui avevano aderito i partiti comunista, di azione, democristiano, liberale, monarchico, socialista, repubblicano e anarchico, dall’altra i nazisti e i fascisti che volevano un’Europa toalitaria e per farlo scatenarono una guerra che provocò milioni di morti e la shoah. Mi si rivolta lo stomaco.

    • Telafó Giovanni

      Quello che indigna maggiormente comunque è cremonaoggi che riporta pari pari la velina lanciata dal minculpop di casa pound in cui il Merlini viene disegnato come un valoroso italiano. Ricordo a chi non fosse informato che “le ferite che si era inferto per sfuggire alla resistenza” erano un tentativo di suicidio perché l’eroico Merlini (picchiatore per tutto il ventennio al soldo di Farinacci)non ha nemmeno avuto il coraggio di affrontare a viso aperto il suo destino.

    • Illuminatus

      Stalin il comunista non voleva uno stato totalitario? Non ha riempito Birkenau liberato dai prigionieri ebrei con i SUOI oppositori politici? E Pol Pot, che ha sterminato un quarto della popolazione del suo Paese? Lasci stare la storia, è meglio che torni a pedalare…

      • Marco

        Si capisce che per te il nazifascismo è sostanzialmente tollerabile.

      • ciclo-pe

        Per essere illuminatus lei mi sembra più ottenebratum, forse le sfugge un piccolo particolare e cioè che in Italia c’è stato un regime totalitario che si chiamava Fascismo e che si alleò con un regime totalitario che si chiamava Nazismo. Non mi sembra di ricordare che in Italia ci sia stato un regime comunista. E lasci perdere Pol Pot che con la nostra storia proprio non ha nulla a che vedere.