Politica
Commenta47

'Galimberti sarebbe il sindaco del Pd': candidati del centrodestra all'attacco

“In caso di vittoria al ballottaggio, il candidato sindaco Gianluca Galimberti diventerà a tutti gli effetti espressione del Pd, che sarà l’unica forza politica a governare Cremona”. Lo sostengono, in una nota, quattro dei candidati delle liste di centrodestra Gianmario Beluffi, Pietro Burgazzi, Marcello Ventura e Maria Vittoria Ceraso, a sostegno di Carlo Malvezzi,  che hanno tracciato un’analisi del risultato elettorale del primo turno. “Dall’esito delle comunali”, si legge, “emerge un dato politico fondamentale che si era già intuito in questi 5 anni: Galimberti, che si era presentato come espressione di un movimento civico, iniziato con Partecipolis e rappresentato in Consiglio dalla lista civica Fare Nuova la Città, ha ormai perso la propria identità per diventare a tutti gli effetti il candidato sindaco espressione soprattutto del Pd che, considerando il dimezzamento dei voti della citata civica, di fatto, in caso di vittoria al ballottaggio, sarà l’unica forza politica a governare Cremona attraverso la sua schiera di consiglieri espressioni del partito”.

“Mettere in campo tante civiche”, sostengono i candidati del centrodestra, “è stato solo un escamotage per recuperare voti coinvolgendo più persone possibili senza però dare a queste ultime una concreta possibilità di essere rappresentate in Consiglio considerando il fatto, del tutto prevedibile, che su cinque solo due liste hanno superato la soglia di sbarramento del 3%. Non sarà quindi improbabile la conferma a Vice Sindaco di chi ricopre incarichi politici dal 1995. C’è da chiedersi invece se saranno riconfermati Assessori bocciati dall’elettorato in quanto non eletti alla carica di Consiglieri Comunali”. “Per citare un esempio”, prosegue la nota, “la civica ‘Cittadini per Passione’ di Alessia Manfredini, ha ottenuto solo 1,73%. Un risultato che si può interpretare non certo come un apprezzamento per chi è stata protagonista di scelte in tema di mobilità, rifiuti, ambiente che evidentemente non hanno convinto i cittadini. Ma non è ora di voltare pagina per la nostra città e di darle una vera chance di cambiamento, di crescita e di rinnovamento? E l’unica opportunità che i cremonesi hanno è votare al ballottaggio per il centro destra. In questa campagna elettorale abbiamo dimostrare di avere progetti ed idee su tutti i temi strategici per lo sviluppo della nostra città mettendo in evidenza il mal governo dell’attuale Giunta. Cremona non può perdere quest’occasione di mandare a casa la sinistra”.

© Riproduzione riservata
Commenti