2 Commenti

Mercatone Uno: verso gli
ammortizzatori sociali. Oggi
presidio davanti al Pirellone

Via libera agli ammortizzatori sociali per 1800 dipendenti del mercatone uno rimasti senza lavoro. Grazie al tribunale di Bologna, che ha accolto l’istanza dei commissari di retrocessione all’amministrazione straordinaria si è attivato l’ iter che rende possibile l’accesso dei dipendenti alla cassa integrazione straordinaria.

Una buona notizia anche se l’intento del Mise è ridare un futuro e dignità ai lavoratori riaprendo i 55 punti vendita sparsi i tutta Italia. Una volta tutelati dal punto di vista economico il piano del ministero prevede un fase di reindustrializzazione. Ciò significa aprire un bando che renda appetibile l’acquisto in toto dei negozi Mercatone Uno da parte dei soggetti interessati. Una vendita a spezzatino disperderebbe infatti il patrimonio di una società che è rimasta viva e attiva sul mercato e che ancora ha una buona fidelizzazione con i clienti che, nonostante tutto, si sono schierati in difesa dei lavoratori.

Altra notizia positiva, resa nota da Federconsumatori, che ne aveva fatto richiesta: Intesa Sanpaolo sospenderà le rate di mutui e prestiti personali per un periodo fino a 12 mesi per supportare i dipendenti della società Mercatone Uno. Un segnale di sensibilità che andrebbe esteso a tutti gli istuti bancari. Obbiettivo di Federconsumatori è che questa misura diventi sistemica: sarebbe importante, infatti, un’iniziativa del Governo che, “renda automatica tale sospensione in caso di perdita del lavoro, di ricorso agli ammortizzatori sociali e di grave disagio economico”.

Intanto oggi al Pirellone, davanti alla sede del Consiglio, durante l’audizione del caso Mercatone Uno presso la IV Commissione Attività Produttive, istruzione, formazione e occupazione di Regione Lombradia, si terrà un presidio dei lavoratori. Oltre 200 i dipendenti attesi, tra i quali anche quelli di Madignano.

sg

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Elio

    Un grazie a Calenda che ha garantito per la vendita alla shernon

    • Telafó Giovanni

      Ha stato il PD!