2 Commenti

Pantera, continuano le ricerche
ma senza esito: potrebbe
essere un grosso cane

Dopo la riunione del comitato, convocato ieri in Prefettura, è partita la caccia alla pantera. Il presunto avvistamento di domenica nella boscaglia lungo il Po, da parte di un militare della caserma Col di Lana, al momento non trova conferma.

La ricognizione fatta dalle forze dell’ordine questa mattina alle 6 non ha infatti prodotto alcun risultato: non sono state rinvenute impronte del felino, animali morsi o carcasse sbranate. Proseguono comunque i monitoraggi da parte dei Carabinieri del nucleo Forestale e della Polizia Provinciale. Se entro 3-4 giorni non arriveranno risultati, le ricerche dovrebbero venire interrotte-

I comuni di Stagno Lombardo e Gerre de Caprioli, messi al corrente di quanto deciso nel summit, non hanno ricevuto disposizioni in merito. L’attendibilità della segnalazione non viene messa in dubbio, tanto che domani ci sarà una nuova riunione con il Prefetto, ma prende sempre più corpo l’ipotesi che si tratti di un cane di grossa taglia di colore nero.

I residenti della zona, infatti, sono soliti portare i loro amici a 4 zampe a fare passeggiate tra quei boschi con l’intenzione di raggiungere il grande fiume, dove in questo periodo i cani possono trovare refrigerio nelle acque del Po. Potrebbe quindi trattarsi di qualche cane sfuggito al padrone che, dopo un bagno che lucida il pelo, sia uscito correndo dall’acqua nella fitta boscaglia. Al momento nessuna ipotesi vine esclusa.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • grossoago figliodi

    Insisto: impronte ne hanno trovate?

  • paolino

    chi cerca trova