Commenta

'I Maestri liutai stranieri
a Cremona': il 17 settembre
convegno internazionale

‘Liuteria e diplomazia – i maestri liutai stranieri a Cremona’: questo il titolo dell’incontro promosso per martedì 17 settembre presso il Salone Quadri di Palazzo Comunale, allo scopo di valorizzare la liuteria cremonese. L’evento, promosso dal entro Incontri Diplomatici di Cremona, e la Federazione Nazionale dei Diplomatici e Consoli Esteri in Italia, in partnership Lions Club Cremona Europea e Rotary Club Cremona, vedrà la presenza di numerosi Corpi Consolari di Stati esteri, tra cui: Austria – Clemens Mantl (Console Generale a Milano); Bulgaria – Tanya Dimitrova Dimitrova (Console Generale a Milano); Francia – (Console Generale a Milano tramite Lettera Ufficiale); Giappone – Yuji Amamiya (Console Generale a Milano); Messico – Alfredo Feria (Ministro Plenipotenziario Console Incaricato a Milano); Portogallo – Daria Pesce (H. Console A Milano); Romania – Adrian Georgescu (Console Generale a Milano); Svizzera – Sandra Coluori (Console Generale Aggiunto a Milano); Ungheria Szabò Orsolya Katalin (del Consolato Generale di Ungheria a Milano).

Presenti anche rappresentanze Diplomatiche invitate come ospiti d’onore da Austria, Bulgaria, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Messico, Polonia, Portogallo, Romania, Slovaccvhia, Svizzera, Ungheria. Molti i maestri liutai stranieri e aderenti e presenti.

“La città di Cremona offre un panorama di botteghe liutaie con una forte presenza straniera, che si avvicina al 42%” commenta Emanuele Bettini, presidente del Centro Incontri Diplomatici. “Tra i Paesi rappresentati sul territorio vanno ricordati: Argentina, Austria, Bulgaria, Colombia, Corea del Sud, Cuba, Francia, Giappone, Grecia, Messico, Portogallo, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Ungheria.

Essere liutaio a Cremona vuol dire proseguire la tradizione che da circa 400 anni artisti artigiani ripropongono nella lavorazione di legni pregiati. Gli strumenti prodotti da questi Maestri sono destinati ad essere suonati da professionisti nel mondo, esperienza unica che gratifica una vita spesa sulla via dell’Arte e della Cultura. Con questo evento la Diplomazia si pone al servizio della liuteria promuovendo nel mondo il proprio Paese, l’esperienza e la città dei grandi Maestri liutai”.

PROGRAMMA

• Ore 14:00 – 14:45 – visita guidata in lingua Italiano/inglese riservata ai diplomatici ospiti d’onore
• Ore 15:00 – inizio lavori – presentazione evento: Emanuele Bettini (Presidente Centro Incontri Diplomatici)
• Ore 15:05 – saluti istituzionali Autorità
• Ore 15:15 – Gianvico Camisasca (Vice Presidente Federazione Nazionale dei Diplomatici e Consoli Esteri in Italia)
• Ore 15:20 – Istituto Superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi” – Cremona
Audizione studenti (presentazione a cura di Anne Colette Ricciardi – Direttrice)
• Ore 15:30 Interventi
– Dott. Paolo Bodini (A.D. alla Liuteria – Museo del Violino)
– Prof.ssa Anna Maramotti (Presidente Associazione Liutaria Italiana)
– Prof. Gualtiero Nicolini (Presidente Ass.ne Naz.le Liuteria Artistica Italiana)
– Mo. Giorgio Grisales (Presidente Consorzio Liutai)
– Mo. Stefano Trabucchi (Presidente Gruppo Liutai Confartigianato)
– Mo. Giorgio Scolari (Mo. Emerito Scuola Internazionale di Liuteria Cremona)
– Mo. Massimo Lucchi (Academia Cremonensis) – http://www.academiacremonensis.it/
– Prof.ssa Angela Romagnoli (Università di Pavia, Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali)
– Prof. Daniele Pitturelli (Dirigente Ist. A. Stradivari – Scuola Int.le di Liuteria)
• Ore 16:15
– Gao Shuai (Presidente ASECI): Il ruolo internazionale nella collaborazione culturale tra Asia e Occidente
– Ore 16:20 – interventi maestri liutai e Rappresentanze Diplomatiche
– Ore 17:30 – Maestro liutaio Federico Fiora (a cura di): presentazione restauro violino Romedio Muncher (1918)
– Ore 17:45 – audizione violino restaurato Romedio Muncher (a cura di Aurelia Macovei)
– Ore 18:00 – Presentazione Ospite d’Onore Particolare EMIRATI ARABI UNITI
– Ore 18:30 – chiusura lavori – Emanuele Bettini

 

© Riproduzione riservata
Commenti