Commenta

80enne muore in ospedale a
Crema dopo un intervento di
rimozione dei calcoli a Lodi

Complicazioni post operatorie sorte in seguito ad un intervento di rimozione dei calcoli ai reni avrebbero provocato la morte di una 80enne di Meleti, operata all’ospedale di Lodi e successivamente trasferita all’ospedale di Crema per curare, con la radiologia interventistica, l’emorragia sopraggiunta in fase post operatoria. Purtroppo l’anziana non ce l’ha fatta ed è deceduta. Lo riferisce ‘Il Cittadino di Lodi’. Dai due ospedali è stata quindi aperta un’inchiesta congiunta per far luce sul decesso della paziente. La donna, entrata in ospedale a Lodi, ha affrontato regolarmente l’operazione, ma poi, una volta posizionata in sala risveglio, ha iniziato a sanguinare. È quindi stata riportata in sala operatoria dove i medici le hanno applicato un nuovo stent e deciso per il trasferimento in ambulanza a Crema per sottoporla ad un intervento di radiologia interventistica per fermare l’emorragia. A Lodi, in questo momento, questo tipo di diagnostica non è possibile a causa di un numero insufficiente di radiologi interventisti. A Crema la paziente è stata sottoposta all’operazione di chirurgia interventistica e poi è stata ricoverata in terapia intensiva. Successivamente sarebbero sorte delle complicazioni che avrebbero provocato il decesso. “L’ospedale di Crema e quello di Lodi”, ha detto il direttore sanitario dell’Asst di Lodi Gabriele Perotti, “hanno concordato un audit congiunto. Studieremo insieme il caso”.

© Riproduzione riservata
Commenti