Commenta

Sophia Loren, la nostra diva
del cinema, compie 85 anni
La scoprì un cremonese

Sophia Loren compie oggi 85 anni. E’ la nostra diva del cinema per eccellenza e la maggior parte dei suoi anni li ha vissuti su set cinematografici in giro per il mondo. Simbolo del fascino mediterraneo nonchè un’icona di bellezza ed eleganza, Sophia ha sempre ammaliato il suo pubblico. La sua carriera vanta una filmografia lunghissima e piena di riconoscimenti, premiata con il primo Oscar nel 1962 per ‘La ciociara’ e trent’anni dopo per la carriera. Pochi sanno però che la Loren attrice è stata scoperta da un giovane regista cremonese, Clemente Fracassi da Vescovato. Lo ha raccontato Elia Santoro nel “Sabato Illustrato”, settimanale di attualità padana nell’edizione del 25 aprile 1953. Fracassi arrivò abbastanza presto al cinema, logico quindi trasferirsi a Roma per dar corso alla sua passione, prima come “ciacchista (l’addetto “al ciak, si gira”) per Mario Soldati (“Due milioni per un sorriso”, era il film). Divenne poi aiuto regista con Camerini e Poggioli. Arrivò quindi la guerra e nel ricominciare a barcare il lunario, Fracassi si improvvisò giornalista. Fino all’incontro con il produttore Carlo Ponti della Lux, la più grande casa di produzione italiana. Con lui organizzò “Vivere in pace” di Zampa, “Senza pietà” e “Mulino del Po” di lattuada, entrambi con la sceneggiatura di Fellini. Il suo primo film da regista fu “Romanticismo” con Amedeo Nazzari e Clara Calamai a cui fece seguire “Sensualità” con Marcello Mastroianni ed Eleonora Rossi Drago. Nel 1953 gli affidarono la regia di “Aida”, trasposizione cinematografica dell’opera di Verdi. Per il ruolo di Aida con la pelle ambrata, scelse una giovanissima Sofia Loren doppiata dal soprano Renata Tebaldi. La cantante ebbe modo di tessere le lodi della Loren, bravissima nei labiali tanto che neppure nei primi piani ci si accorse del play back. Il film uscì nelle sale italiane il 23 ottobre 1953, per poi approdare negli Stati Uniti l’anno successivo.

 

© Riproduzione riservata
Commenti