Commenta

Il 19 e il 20 ottobre la
5^ edizione del Festival
della Mostarda

E’ stata presentata questa mattina, giovedì 26 settembre, l’edizione 2019 del Festival della Mostarda. Dopo il successo delle precedenti edizioni, l’evento nato dalla collaborazione fra Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio di Cremona e di Mantova, con il supporto dei Comuni di Cremona e di Mantova, della Strada del Gusto Cremonese, del Touring Club, dell’Accademia Italiana della Cucina, della Federazione Italiana Cuochi, dell’Unione Cuochi di Regione Lombardia, dell’ERSAF – Regione Lombardia e dell’Istituto ‘Luigi Einaudi’, intende riportare all’attenzione un prodotto antico della cucina lombarda rivisitato in chiave moderna attraverso due weekend consecutivi all’insegna di degustazioni, show cooking e cultura. Dopo l’evento di Mantova (13 ottobre), la settimana successiva (sabato 19 e domenica 20 settembre) sarà Cremona la capitale della mostarda.

La manifestazione inizierà con l’apertura del Villaggio della Mostarda e del Palamostarda nei Giardini Pubblici di Piazza Roma, dove non mancheranno le iniziative dedicate ai visitatori di tutte le età tra cui show cooking, degustazioni, musica dal vivo, laboratori per bambini Mostarda Kids e talk show. Principale novità di questa edizione del Festival della Mostarda è la partnership con Explora e InLombardia che offrirà ai visitatori l’opportunità di scoprire il patrimonio artistico e culturale di due mete imperdibili della regione e di ricevere un timbro sul Passaporto #inLombardia. L’edizione 2019 si tingerà anche di verde. Per la prima volta ERSAF (Ente di Regione Lombardia per i Servizi all’agricoltura e alle Foreste) partecipa al Festival della Mostarda. Accogliendo la richiesta pervenuta dalla Camera di Commercio di Cremona, fornirà una ventina di piante alle iniziative in programma proprio a Cremona. Sarà un vero e proprio ‘bosco della mostarda’ dove nei giardini di Piazza Roma accanto al Palamostarda, si potranno ammirare gli alberi da frutto di pere e mele. Una presenza importante questa perché gli arbusti conservati oggi nel vivaio di Curno (BG) gestito da ERSAF, provengono dal sito di EXPO MILANO 2015.

“Un evento – commenta Lara Magoni – Assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda di Regione Lombardia – che ‘racconta’ le tradizioni enogastronomiche di Cremona, Mantova e della nostra Lombardia e al tempo stesso esalta le eccellenze di una terra ricca di storia e attrattività, dalle prelibatezze culinarie all’arte sino alla musica. Eventi come il ‘Festival della Mostarda’ rappresentano un ottimo strumento di marketing territoriale: la valorizzazione dei prodotti locali e la scoperta di sapori unici permettono a migliaia di visitatori di apprezzare una Lombardia dai mille volti e sempre più attrattiva in ambito turistico grazie anche all’efficienza organizzativa, a servizi di alto livello e alla qualità delle proposte”.

Grazie all’impegno delle nostre imprese e ai loro prodotti – dichiara Gian Domenico Auricchio, Presidente della Camera di Commercio di Cremona – riusciamo a condividere le bellezze naturalistiche e storico-artistiche della città di Cremona con un numero sempre maggiore di turisti. I dati hanno infatti evidenziato che il turismo enogastronomico è in forte crescita in Italia (+48% di interesse nell’ultimo anno – Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2019). E’ importante quindi seguire la scia di questa tendenza positiva dello “shopping del gusto”, e siamo sicuri che il Festival della Mostarda ci aiuterà a farlo. La mostarda è da sempre uno dei prodotti simbolo di Cremona, in grado di identificare la città grazie alle tradizioni e alla storia ad essa legate”.

EVENTI E ATTIVITA’ COLLATERALI A CREMONA

L’ELENCO DI ESPOSITORI E RISTORANTI

 

© Riproduzione riservata
Commenti