Commenta

Lions Cremona Host,
meeting dedicato ai
pellegrinaggi nel Medioevo

Da sinistra: Potenza, Galli e il presidente del Lions Cremona Host Squintani

Un meeting, quello organizzato dal presidente del Lions Cremona Host Daniele Squintani, dedicato ai pellegrinaggi nel medioevo, che ha avuto come illustre ospite il notaio Massimo Galli, membro della Deputazione di Storia Patria di Parma e Piacenza, del Centro Italiano di Studi Compostellani e autore di numerose pubblicazioni di argomento storico. “Il tema dei pellegrinaggi cristiani nel periodo medievale – ha esordito Squintani – è particolarmente affascinante ed ancora attuale, pur avendo origini antichissime: per meglio comprendere questa realtà, Massimo Galli ha deciso di farsi pellegrino, cioè di percorrere le strade che conducono ai grandi santuari della cristianità; la sua è la testimonianza più alta, di colui che, dopo avere letto le fonti antiche e studiato la storia medioevale, compie il pellegrinaggio per fede, per cultura, per tradizione e per fame di conoscenza; un viaggio anche introspettivo, sovente in solitaria, sempre a piedi, verso una destinazione ambita e in grado di ricompensare i sacrifici compiuti”.

L’intervento è stato dedicato alla storia del pellegrinaggio medioevale, una storia che è iniziata già nel IV secolo con i primi pellegrinaggi in Terra Santa e che ha avuto come mete principali Gerusalemme, Roma e Santiago de Compostela. Il relatore ha citato numerose testimonianze storiche e letterarie, da Dante a Goethe, e ha mostrato alcune immagini delle più significative opere d’arte ispirate al tema del pellegrinaggio, come i rilievi delle grandi cattedrali romaniche, tra cui quella di Fidenza. Non sono mancati accenni all’attualità del pellegrinaggio, dal momento che il Cammino di Santiago, ma anche la ‘nostra’ Via Francigena, attirano ogni anno migliaia di persone che vogliono ripercorrere gli antichi percorsi della fede e della tradizione.

© Riproduzione riservata
Commenti