Commenta

Debacle rosa: per Èpiù Pomì
Casalmaggiore sconfitta
al tie break contro Monza

Èpiù Pomì Casalmaggiore – Saugella Monza 2-3 [26-28; 25-20; 22-25; 27-25; 10-15]

CASALMAGGIORE – 1 Popovic, 2 Stufi, 3 Camera, 4 Vukasovic, 4 Spirito, 6 Cortellazzi, 7 Fiesoli, 8 Maggipinto, 9 Bosetti, 12 Scuka, 14 Carcaces, 16 Veglia, 17 Antonijevic, 20 Cuttino,
All: Gaspari, Bertocco.

SAUGELLA MONZA: 1 Ortolani, 2 Costa, 4 Squarcini, 5 Heyrman, 7 Di Iulio, 8 Skorupa, 1o Begic, 11 Danesi, 12 Orthmann, 14 Meijners, 16 Obossa, 17 Bonvicini, 18 Parrocchiale.
All: Dagioni, Parazzoli.

Una partita estremamente difficile per Èpiù Pomì Casalmaggiore quella giocata di fronte ai 2.251 spettatori del PalaRadi contro Saugella Monza nella 7ª giornata del girone di andata del campionato di volley di Serie A. Partita conclusasi al tie break con la vittoria della squadra ospite. Molte le difficoltà e le cose da rivedere per le padrone di casa, che mercoledì contro Chieri dovrà impegnarsi per invertire la rotta.

Casalmaggiore parte in accelerata, prendendo le distanze già nelle prime battute, con grinta e una Carcaces in ottima forma. Monza, avversario da non sottovalutare, non ci sta e parte subito alla rincorsa, riavvicinandosi in breve alle padrone di casa. La partita continua punto a punto, ma con le rosa sempre un gradino sopra. Nessuna delle due squadre brilla particolarmente e molti sono gli errori, soprattutto in difesa, ma è sempre Èpiù Pomì a condurre il gioco, almeno fino alle battute finali. La squadra di casa perde infatti colpi proprio quando si arriva agli ultimi punti, i più importanti, e si lascia sorpassare sul 23-23. Un finale molto combattuto che vede però trionfare Monza per 28-26.

La seconda ripresa vede di nuovo Casalmaggiore ingranare la quarta, cercando subito un distacco, ma in campo c’è ancora troppa confusione, che non consente alla squadra di vivere la partita con la tranquillità necessaria. Monza ne approfitta e mette all’inseguimento, riuscendo a rimettersi in scia. Sempre troppi gli errori per le casalasche, che spesso si rivelano poco coordinate, tanto che sul 10-10 Monza ritrova il vantaggio. Serve il time out chiamato da coach Gaspari per risvegliare la squadra dal torpore. Le rosa riprendono in mano le redini dell’incontro, sempre tallonate però dalle monzesi. La rinnovata grinta delle casalasche riesce però a spingere la squadra a conquistare il set 25-20.

Nel terzo set, con l’innesto di Letizia Camera fatto già alla fine del secondo, la squadra sembra girare meglio. Monza tuttavia non è da meno e nonostante il notevole vantaggio iniziale di Casalmaggiore, che si porta sul 10-5, la situazione torna in equilibrio piuttosto velocemente e riesce a prendere in mano le redini della partita. Gaspari è costretto a cambiare di nuovo l formazione in campo, ma la situazione sembra non migliorare e Monza ne approfitta. Casalmaggiore sembra allo sbando e non riesce a ritrovare il vantaggio, in un terzo set che si conclude 22-25.

La quarta ripresa vede nuovamente partire in quarta le rosa, ma Monza non si lascia intimidire e ritorna facilmente in pari. Casalmaggiore è in difficoltà e nn riesce a ritrovare la giusta concentrazione. A poco serve l’ennesimo cambio di gioco imposto dall’allenatore delle casalasche: la squadra non riesce a ingranare e a ritrovare il vantaggio. Del resto anche Monza ha qualche difficoltà, soprattutto nelle battute finali, quando finalmente Casalmaggiore si risveglia dal torpore e torna a essere combattiva, recuperando punti e giocandosi il set fino alla fine, riuscendo a conquistare la vittoria su 27-25.

Il tie break vede una Monza determinata che prende in mano da subito le redini della partita. Casalmaggiore arranca cercando di ridurre il gap, ma senza troppo successo, tanto che al cambio di campo il risultato è di 5-8. Le padrone di casa lottano e Carcaces continua a collezionare punti, così come Caterina Bosetti, 30 la prima e 21 la seconda, ma la situazione non migliora e Monza si porta a casa il set – e la partita – per 15-10.

Laura Bosio

Fotoservizio Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti