5 Commenti

Spaccia ed ha il permesso di
soggiorno scaduto: arrestato
ospite Casa dell'Accoglienza

Nella tarda serata del 14 gennaio scorso, gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Cremona hanno arrestato in flagranza del reato di spaccio di stupefacenti J. L., 32enne, cittadino liberiano, residente a Cremona in Via Sant’Antonio del Fuoco 11 presso la Casa della Accoglienza, perché colto nell’atto di cedere ad un acquirente, preventivamente contattato, due involucri contenenti 4 grammi di marjiuana.

Durante uno specifico servizio di osservazione mirato a contrastare lo spaccio di stupefacenti, nel tardo pomeriggio di martedì scorso, un’unità della Squadra Mobile notava nei pressi della Casa dell’Accoglienza un ragazzo di colore ed un’altra persona, in evidente attesa, scambiarsi qualcosa dandosi la mano, per poi prendere immediatamente direzioni opposte. Nel frangente, il giovane si dirigeva all’interno della Casa dell’Accoglienza, per uscire nuovamente dalla struttura qualche minuto dopo, per raggiungere un nuovo acquirente, con il quale aveva uno scambio con le modalità precedentemente notate.

Nel momento in cui il sospetto ha notato sopraggiungere gli agenti, si è dato precipitosamente alla fuga in direzione di Via Dante, venendo inseguito e bloccato poco dopo dai poliziotti. Nel frattempo è stato fermato anche l’acquirente che non è riuscito a disfarsi, con un tentativo maldestro, dello stupefacente acquistato. La droga è stata infatti lasciata cadere a terra, ma è stata recuperata immediatamente dagli operatori. Lo stesso veniva identificato e segnalato come assuntore.

Lo spacciatore, con precedenti specifici a carico ed un permesso di soggiorno per motivi umanitari scaduto da qualche giorno, è stato arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura fino alla celebrazione dell’udienza di convalida fissata per la mattina successiva. Nella mattina di ieri 15 gennaio l’arresto è stato convalidato ed il Giudice disponeva l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di firma quotidiano. Il processo si terrà il 29 gennaio prossimo.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • A. G.

    Strano. Cmq sia, chi lo accoglie avrebbe anche il dovere di tenere monitorato anche cosa combinano, permessi di soggiorno validi etc etc. Sbaglio?

  • Sbirulino19

    Ma perché alla casa dell’accoglienza non controllano i loro ospiti?

  • Seba

    Business

  • Mirko

    Permesso scaduto,spacciatore….in teoria a casa invece no mi sembra chiaro

  • Gemelli

    Benvenuti in Italia. La nazione del faccio quello che voglio, quando voglio, e come voglio.