Cronaca
Commenta

Parco auto e inquinamento In provincia le vetture fino all'Euro4 sono il 27%

L’Ufficio Statistica della Provincia ha elaborato i principali dati statistici relativi al parco veicolare della provincia di Cremona dell’anno 2018, pubblicati dall’ACI sul proprio sito internet e tratti dalle banche dati del Pubblico Registro Automobilistico (PRA) .

I dati evidenziano come la provincia di Cremona su certi aspetti sia più virtuosa rispetto alla media nazionale. La percentuale di automobili di classe inferiore a Euro 4, ad esempio, è inferiore a quella nazionale (il 26,8% contro il 35,2% a livello nazionale): come noto, arrivano fino alla motorizzazione diesel Euro 4 le limitazioni al traffico in città quando vengono disposte le misure d’emergenza antismog. Sul cremonese poi la presenza di auto ibride ed elettriche è leggermente maggiore di quella nazionale (lo 0,9% contro lo 0,7%). Le auto a benzina a Cremona sono il 45,6%, mentre a livello nazionale sono il 46,3%.

Nel 2018 si è avuta una crescita a livello nazionale dell’intero parco veicolare dell’1,3%, mentre a Cremona la crescita è stata lievemente inferiore, pari all’1,1%. In compenso, nel 2018 le immatricolazioni di nuovi veicoli sono diminuite in Italia dell’ 1,9%, mentre a Cremona sono diminuite di poco (0,3%).

Nel 2018 a Cremona il tasso di motorizzazione, ovvero il numero di auto per abitante è inferiore al dato nazionale: si hanno 61,7 auto ogni 100 abitanti contro le 64,5 registrate a livello nazionale. 7

L’annuario statistico dell’ACI “Autoritratto-2018”  evidenzia inoltre che in quell’anno le alimentazioni ecologiche rappresentano il 9,3% circa del totale, contro l’8,9% del 2017. Nel complesso le autovetture con alimentazione ecologica sono cresciute del 73% negli ultimi dieci anni.

Analizzando la distribuzione per Regione, le Marche e l’Emilia Romagna risultano quelle con la percentuale più elevata di autovetture ecologiche rispetto al proprio parco autovetture complessivo (19,4% e 19% rispettivamente), seguite dall’Umbria (13,9%) e dal Veneto (11,7%).

Sono otto complessivamente le regioni che presentano una percentuale di autovetture ecologiche maggiore di quella media dell’Italia (9,3%).

In termini assoluti, l’Emilia Romagna è la regione con il maggior numero di autovetture con alimentazione ecologica (circa 545.000 unità), seguita dalla Lombardia (oltre 470.000) e dal Veneto (368.000).

Le Regioni che hanno incrementato in misura maggiore il numero di autovetture con alimentazione ecologica tra il 2017 e il 2018 sono il Trentino Alto Adige (con una variazione percentuale del 11,3%), il Lazio (8,7%) ed il Friuli (7,8%), seguite da Campania e Piemonte, con una variazione percentuale superiore al 7%.

© Riproduzione riservata
Commenti