Commenta

Telefonate a bambini
e famiglie da parte
degli insegnanti

Telefonate da parte delle maestre ai propri alunni. L’assessore all’Istruzione Maura Ruggeri, infatti, insieme allo staff del Settore Politiche Educative e a tutte le insegnanti, cercava un modo per restare vicini ai bambini ed alle famiglie anche in questo lungo periodo di sospensione delle attività educative è stato il primo pensiero delle insegnanti degli asili nido e delle scuole dell’infanzia comunali. Il problema, però riguardava i più piccoli.

“In un primo tempo – spiega Ruggeri – lo abbiamo fatto utilizzando la tecnologia già disponibile dando ad ogni scuola la possibilità di pubblicare sul sito del Comune brevi video con letture, proposte di giochi e attività ed entro la settimana corrente ne pubblicheremo di nuovi. Anche i nostri cuochi hanno contribuito con dicei video ricette”. Quindi l’assessore aggiunge: “Ora la nostra intenzione è di procedere attivando una nuova piattaforma che consenta ai bambini delle 34 sezioni di scuola infanzia e, se possibile, anche a quelli delle 14 sezioni di asilo nido in modo da rivedersi tutti insieme”.

Tuttavia, in attesa che la tecnologia più sofisticata sia disponibile, si è agito nel modo più semplice ed immediato possibile come spiega sempre Ruggeri: “Abbiamo condiviso con le insegnanti l’opportunità che contattassero telefonicamente ogni singola famiglia per sentirsi, per salutare i bambini e parlare con loro condividendo questo momento difficile e cercando di essere d’aiuto e di supporto per quanto possibile. Le telefonate sono tuttora in corso, ma da quelle effettuate sino ad ora il principale e comune riscontro è la gioia di risentirsi e di tenere viva la relazione con le loro maestre nonostante la necessità di restare a casa”.

© Riproduzione riservata
Commenti