Commenta

Unitalsi sostiene l'iniziativa
"Cremonaiuta". Hanno aderito
più di 250 volontari

Anche la sottosezione dell’UNITALSI di Cremona ha aderito, insieme a singoli cittadini ed altre associazioni, all’iniziativa “CremonAiuta” promossa dal Comune di Cremona e destinata a coordinare e sostenere le azioni quotidiane necessarie per supportare a domicilio le persone più fragili, in particolare chi è solo e non è autonomo. Sono ormai più di 250 le persone che, aggiungendosi ai tantissimi volontari appartenenti alle varie associazioni, sino ad ora hanno risposto positivamente all’iniziativa del Comune. I tanti volontari di CremonAiuta sono impegnati a consegnare la spesa, i pasti, i farmaci e ad attivarsi per altri servizi primari e azioni di prossimità in base alla richieste che arrivano ai Servizi Sociali e ai numeri telefonici attivati in collaborazione con AUSER Cremona. Sono 153 i pasti consegnati quotidianamente, 450 le consegne di spesa e farmaci, oltre 300 le persone raggiunte nell’ultima settimana (36% singoli e 64% nuclei familiari). I volontari sono riconoscibili per le pettorine, sponsorizzate dall’UNITALSI Cremona, a cui l’Amministrazione Comunale ha espresso la propria gratitudine.
Per chi volesse segnalare la propria disponibilità lo può fare scrivendo all’apposito indirizzo mail volontari@comune.cremona.it già attivo. I volontari, che vengono attivati gradualmente in base alle necessità segnalate, devono essere maggiorenni e preferibilmente residenti a Cremona così da evitare spostamenti. L’Amministrazione Comunale ringrazia tutti coloro che, con grande spirito di solidarietà, stanno collaborando fattivamente, su base volontaria, con la Protezione Civile, il Settore Politiche Sociali e la Polizia Locale, servizi essenziali dell’Ente che, unitamente ai Servizi Cimiteriali e ai Servizi Demografici, proseguono quotidianamente la loro attività per la cittadinanza tutta. Cremona sta dimostrando ancora una volta di essere una comunità reale e concreta, che non esiste di per sé, ma sta e vive nella quotidiana costruzione di legami e nella creazione di relazioni e di prossimità.

“La risposta dei nostri associati è stata unanime e sorprendente – racconta Taziano Guarneri, presidente della sottosezione UNITALSI di Cremona – e grazie ai fondi raccolti finora non solo abbiamo realizzato le pettorine da distribuire ai volontari, ma abbiamo anche provveduto a fornire gli ospedali della provincia di guanti, mascherine e cuffiette usa e getta. E ci apprestiamo anche a continuare nella nostra raccolta di offerte per poter andare incontro alle necessità della Casa di Riposo”.

“Con tutto il consiglio di Sottosezione – aggiunge – e grazie alla generosità dei nostri soci continueremo ad adoperarci per andare incontro alle necessità di materiali che ci vengono segnalate dagli ospedali della Provincia e dalle RSA. In questo tempo in cui le attività associative sono ferme e possiamo contattare i nostri soci e amici solo attraverso i cellulari e i mezzi informatici, è bello e ci da tanta gioia poter essere lo stesso “in servizio” e al servizio del prossimo”.

© Riproduzione riservata
Commenti