Ultim'ora
Commenta

La testimonianza del cardinale
Loris Capovilla in ricordo di
don Primo Mazzolari

Si sarebbe dovuta svolgere giovedì il 16 aprile in Vaticano, alla presenza di una delegazione della Diocesi di Cremona, l’udienza speciale con Papa Francesco dedicata a don Primo Mazzolari a conclusione delle celebrazioni per il 60° anniversario della morte del parroco di Bozzolo, avvenuta il 12 aprile 1959. Una ricorrenza che nel pomeriggio di domenica 19 aprile avrebbe dovuto essere celebrata con la solenne Eucaristia sulla tomba di don Primo, nella parrocchiale di Bozzolo. Anche questo appuntamento naturalmente sospeso a motivo delle disposizioni per il contenimento del Coronavirus.
Per ricordare comunque il 61° anniversario della morte del parroco di Bozzolo (ricorrenza che quest’anno è coincisa con la Pasqua), la Fondazione “Don Primo Mazzolari” ha proposto sul proprio sito una inedita testimonianza del cardinale Loris Capovilla (già segretario particolare di Papa Giovanni XIII) datata 31 dicembre 2015, a pochi mesi dalla sua morte, durante l’ultimo incontro a Ca’ Maitino di Sotto il Monte.

Ricordo, che il Cardinale ci ha accolto come sempre con grande ospitalità, debilitato fisicamente, ma con grande lucidità, seduto quasi immobile sulla sua poltrona. È seguito un colloquio amichevole, che è durato quasi un’ora, dove ci ha raccontato un po’ velocemente le tappe e i ricordi più belli della sua vita, forse un presagio della sua imminente dipartita: quello di essere stato testimone nel momento in cui il Santo Padre ha appreso la notizia dal giornale di Bergamo, della scomparsa del parroco di Bozzolo.
Dal suo racconto il Cardinale ha sentito dal Santo Padre esclamare piangendo e con grande dolore la seguente frase: “Un grande prete, Don Primo Mazzolari – Più che avvolgermi nelle seriche vesti cardinalizie, vorrei avvolgermi nei discorsi e nel suo modo di scrivere, di parlare, di vivere e di operare”.
Grazie per questa tua testimonianza, ora in Paradiso potrai gioire della serenità e della pace assieme a Don Primo e Papa Giovanni.
Vorrei ricordare in occasione dell’anniversario della morte il grande sacerdote e Arciprete di Bozzolo con una inedita testimonianza del Card. Loris Capovilla che ci è stata concessa a poche settimane della morte su Don Primo Mazzolari.
Con un tono di voce flebile, debole fisicamente, ma con grande lucidità, seduto quasi immobile sulla sua poltrona, raccontò per la prima volta, di essere stato testimone nel momento in cui il Santo Padre ha appreso la notizia dal giornale “Eco” di Bergamo, della scomparsa del parroco di Bozzolo. Sempre dal suo racconto il Cardinale ha sentito il Santo Padre esclamare piangendo e con grande dolore la seguente frase: “Un grande prete, Don Primo Mazzolari – Più che avvolgermi nelle seriche vesti cardinalizie, vorrei avvolgermi nei discorsi e nel suo modo di scrivere, di parlare, di vivere e di operare”.
Grazie caro Loris, per questa tua testimonianza, in questo momento difficile, ora sarai con Don Primo e con Papa Giovanni in Paradiso, noi tutti vi siamo vicini nel pensiero e nel modo di operare per il bene dei più deboli.

© Riproduzione riservata
Commenti