Ultim'ora
3 Commenti

64 candidati per il concorso
a dirigente dei Lavori Pubblici
Pagliarini verso Aem

64 candidati per un posto di dirigente in uno dei settori strategici del comune di Cremona, quello che coordina i lavori pubblici, la qualità urbana e la progettazione. “Area Gestione Territorio e Comunità” è il macro settore di cui si dovrà occupare la nuova figura, nel ruolo che da anni è coperto dall’ingegnere Marco Pagliarini. Che a sua volta, secondo indiscrezioni, sarebbe destinato a passare presto alle dipendenze di Aem a cui il Comune sta affidando sempre più servizi, dal forno crematorio alle manutenzioni stradali al verde. Il 30 giugno si terranno le prove di preselezione in sala Puerari, il 3 luglio prima e seconda prova scritta e l’8 settembre la prova orale. I requisiti essenziali per l’ammissione sono il possesso di una laurea in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Architettura, l’abilitazione all’esercizio della professione; l’abilitazione e aggiornamento a coordinatore sicurezza oltre ad una serie di esperienze di servizio in amministrazioni pubbliche.

L’organigramma del Comune è stato più volte rivisitato negli ultimi anni e la versione attuale è quella del 2018. Oltre al dirigente dell’area Territorio per cui è stato bandito questo concorso, sono vacanti diverse posizioni apicali. In attesa di nomina è il dirigente dell’Area Welfare di comunità e coesione sociale, che comprende il settore Politiche sociali diretto da Eugenia Grossi e il settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Sport, retto ad interim dal segretario generale Gabriella di Girolamo, dopo il pensionamento avvenuto lo scorso anno di Silvia Toninelli. Stessa cosa per il settore Cultura, Musei e city branding, retto ad interim da Lamberto Ghilardi da quando, a inizio anno, è andata in pensione Maurizia Quaglia.

 

© Riproduzione riservata
Commenti