Ultim'ora
7 Commenti

Flash mob in piazza
del Comune: la protesta
degli infermieri

(foto Sessa)

Un centinaio gli infermieri che questa mattina si sono ritrovati in piazza del Comune per chiedere un maggiore riconoscimento professionale. A coordinare la manifestazione, senza sigle sindacali, Gianluca Volpe, infermiere all’Asst di Cremona, reparto di emodialisi. Presenti sia infermieri delle strutture pubbliche, tra cui anche Elena Pagliarini protagonista della foto simbolo della lotta della categoria contro il Covid 19 e recentemente insignita del titolo di Cavaliere al Merito, che private. La manifestazione è iniziata alle 10 e si è conclusa, pacificamente e nel pieno rispetto del distanziamento, con il lancio in cielo dei palloncini rossi, simbolo della protesta. Presenti in piazza in segno di solidarietà, i rappresentanti M5S Luca Noli, consigliere comunale e Paola Tacchini.

Volpe spiega: “Siamo stati spinti dalla nostra indignazione per il modo di lavorare che abbiamo, non solo a Cremona m anche in tutta Italia. Noi ci identifichiamo nel Movimento Nazionale Infermieri, ma al di là della sigla, siamo tutta la categoria infermieristica per dimostrare la nostra indignazione per il contratto attuale”. “Ogni 4 anni – spiega l’infermiere – dovrebbero esserci gli scatti di anzianità, ad esempio, ma alcuni sono fermi da oltre 10 anni: complessivamente nessuno supera i 2mila euro, anche chi ha indennità o straordinari”.

Infine Volpe parla del ruolo degli infermieri durante l’emergenza sanitaria: “Ci hanno fatto piacere i riconoscimenti e gli attestati di stima, ma non siamo eroi, abbiamo solo adempiuto a quello che è il nostro lavoro. Questa situazione non ci ha fatto trovare demotivati ad affrontare la pandemia, ma ora chiediamo un riconoscimento serio, magari già nel ‘Cura Italia’”. g.b.

Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti