16 Commenti

Pista ciclabile in via Dante,
polemica tra i cittadini: poco
sicura di fronte al parcheggio?

Dopo quella di via Mantova, anche la nuova pista ciclabile di via Dante fa discutere. Nei giorni scorsi si è infatti acceso un dibattito sulla pagina Facebook Non Sei Cremonese se…, dove diversi cittadini hanno espresso le proprie perplessità sulla conformazione della pista nel punto in cui transita di fronte al parcheggio multipiano. Secondo alcuni automobilisti, infatti, la visibilità sarebbe scarsa in ingresso, con il rischio di travolgere le biciclette in transito.

Tra l’altro, nonostante ora dal lato di via Dante non sia più possibile uscire dal parcheggio, ma solo entrare, non manca chi, probabilmente abituato alla vecchia viabilità, transita ugualmente anche in uscita. Insomma, i problemi non sono pochi, e a questi si accumulano i rischi derivati dalla corsia di uscita dal cavalcavia del cimitero, che a sua volta transita di fronte al parcheggio. Non manca poi chi si lamenta, proprio in merito al cavalcavia, del senso unico di marcia, che costringe chi vuole raggiungere il cimitero ad allungare molto il percorso, spingendosi fino a via Bergamo per poi tornare indietro.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Abiff

    O è a norma, o non lo è.

    • Jeppetto

      Questo è il problema…

    • Mirko

      Metà e metà

      • Gemelli

        Dividi la metà a “norma” del 50% e otterrai il risultato. Come disse Fantozzi….una c..ta pazzesca.

  • zenigweb

    Il problema dell’attraversamento biciclette non dovrebbe neanche porsi rispettando il codice: biciclette e pedoni hanno la precedenza e le auto hanno lo spazio per darla. Il problema è per i ciclisti che vogliono raggiungere il cavalcavia dall’attraversamento pedonale di via Dante che o si lanciano giù dalla bici per spingere il mezzo a piedi nello spazio pedonale per 10 metri o devono percorrere un pezzo di ciclabile contro mano.
    La chiusura del cavalcavia in direzione cimitero, borgo Loreto, boschetto, tangenziale è una vergogna invece, peraltro non se ne capisce il motivo.

    • Abiff

      Ciclisti che scendono dal mezzo in ossequio alla Legge “per spingere il mezzo a piedi nello spazio pedonale”??

      “Giammai elefanti volaaaaaar…” (cit)

      • paolo

        Attenzione che esistono anche attraversamenti specifici ciclo-pedonali che consentono proprio al ciclista di attraversare in sella bici senza scendere: di sicuro quello che attraversa via Eridano e quello che attraversa la via che porta alla sede dei carabinieri forestali in riva al Po (ex sede della motorizzazione civile) (di fronte alla Sorbetteria per capirci)

        • Abiff

          Certamente – ne sono consapevole. Infatti ho detto “in ossequio alla Legge”, ovvero dove i ciclisti devono scendere ed andare a piedi (ma poi non lo fa nessuno). 🙂

  • Telafó Giovanni

    Mica male fare un articolo che riprende una polemica sui social…questi si che è giornalismo di inchiesta!

    • Abiff

      Vox populi…

    • paolo

      ehh. ma ti capisco.. ma cosa vuole questo “popolino becero ed ignorante, quasi un “paria” che osa usare i social per denunciare le magagne cittadine? E questo quotidiano on line che gli tira la volata poi … ma che brutti (sporchi e cattivi) popuilsti eh? Invece di dedicarsi a tematiche di ampio respiro, di valenza mondiale… e se poi l’ignorante e rozzo (non acculturato) cremonese inciampa nella buca sottocasa o nello specifico viene arrotato sulla ciclabile realizzata “senza se e senza ma” chissenefrega…

      • Abiff

        Ben detto. Roba da Orwell.

      • Telafó Giovanni

        Per fortuna che ci sono i social…una volta la gente si sfogava al bar ma almeno gli altri avventori sapevano bene con chi avevano a che fare!

  • ciclo-pe

    Se dovessimo fare il’elenco delle ciclabili potenzialmente pericolose ci vorrebbe il rotolone regina, ad iniziare da quelle storiche come ad esempio quelle di viale Po, dove non credo sia normale che possano essere percorse ed attraversate dalle auto che parcheggiano tra i platani. Ma non mi pare che qualcuno abbia mai sollevato il problema ad iniziare da Fiab.

    • Abiff

      E della Fiab chissenefrega! L’ha votata qualuno? Rappresenta qualcuno oltre ai suoi 300 soci a Cremona? Su 70mila abitanti?

      Molto probabilmente in viale Po ci saranno 300 residenti che dovranno pure parcheggiare! Io credo che sia normale; che “le bici salveranno il mondo” (cit), francamente, no.

  • antonio1956

    Parlando d’altro ma sempre in tema via Dante trovo interessante l’aver posizionato tre posti auto per parcheggio di fronte al Turkish Kebap, in prossimità di via Palestro, sulla corsia di svolta a sinistra per chi si reca sul viale Trento e Trieste. All’apertura delle scuole li svolteranno tutti i pullman diretti a nord-est e a est della città.