Commenta

A Ferragosto commemorazione
del 25° anniversario
della scomparsa di Emilio Zanoni

A 25 anni dalla scomparsa di Emilio Zanoni  proprio il giorno di ferragosto nella sua casa di Ponte di Legno si terrà un momento di commemorazione. Il presidente del Consiglio comunale Paolo Carletti con l’Assessore alla Partecipazione Rodolfo Bona, alle ore 8,30, lo ricorderanno con una breve cerimonia al cimitero. Emilio Zanoni fu  sindaco di Cremona dal 1970 al 1980.

Nato a Cremona il 25 settembre 1914. Si laureò  in Giurisprudenza all’Universita’ di Pavia nel 1938.fu tra gli esponenenti i più significativi del movimento socialista cremonese. Nel 1942 aderì al Partito Socialista, allora clandestino, quindi dopo il 25 luglio 1943 è tra i riorganizzatori della Federazione Socialista a Cremona   

Nel 1951 è eletto nel Consiglio Comunale di Cremona. Dal 1957 al 1958 è assessore alle finanze nella Giunta del Sindaco Arnaldo Feraboli. Ma Zanoni fu anche senatore dal 1958 al 1963.  Fu eletto sindaco a cremona nel ’70 e rimase per due mandati , nel primo mandato governò con una coalizione di   centrosinistra  formata da dc, psi e socialdemocratici dal 75 all’80 con  Psi ,Pci e partito repubblicano. 

Vicesindaco della seconda legislatura fu Giuseppe Azzoni, che ricorda la figura di Zanoni in un volumetto dal titolo “10 anni Cremona nel 900” . Azzoni ricorda la bella figura politica di Zanoni , un appassionato che migliorò  i servizi pubblici ad esempio allargò  la  rete del gas e   migliorò il servizio idrico. Portò a termine grazie all’allora assessore De Crecchio, il piano regolatore , inoltre contribui ad aumentare le   aule scolastiche,    istituì i   i consigli di quartiere, quei comitati che ci sono anche  oggi, ma che avevano compiti diversi . Fiore all’occhiello il centro culturale città di Cremona, l’attuale sala di Santa Maria della Pietà a cui Zanoni teneva moltissimo, li organizzò moltissime mostre.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti