Cronaca
Commenta

Fondazione Comunitaria festeggia i primi 20 anni con un appello alle donazioni

Il presidente di Fondazione Comunitaria Cesare Mazzoni

Il 2021 segna i 20 anni della Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona. Un giro di boa importante per la fondazione di comunità nata nel 2001 e sostenuta da Fondazione Cariplo e che nel solo 2020 ha selezionato 96 progetti erogando complessivamente 1.057.728 euro in sostegno del Terzo settore.

Dall’assistenza sociale e socio-sanitaria alla formazione, dallo sport per persone svantaggiate alla tutela del patrimonio culturale, fino alla natura e all’ambiente, senza contare le misure straordinarie prese nel corso del 2020 e interamente rivolte a tamponare l’emergenza Covid.

«Ma per continuare a sostenere la comunità – spiega oggi il presidente della fondazione Cesare Macconi – è importante che la comunità stessa ci aiuti ad alimentare il fondo. Ogni donazione, anche la più piccola, è preziosa.

Ecco perché il nostro motto è ‘Donare per crescere insieme’, perché crediamo davvero che la donazione sia un mezzo di crescita personale e sociale che arricchisce tutti: donatori, beneficiari, e anche noi che ci facciamo tramite e garanzia di affidabilità per questo desiderio di cura reciproca che i cremonesi continuano a dimostrare gli uni per gli altri.

Affidarsi alla nostra fondazione significa affidarsi a un intermediario filantropico trasparente e che mostra i frutti diretti che ogni singola donazione, fino all’ultimo centesimo, porta ai progetti sul territorio».

Gli strumenti per donare sono tanti: dalle donazioni tramite bonifico bancario (con diritto ad agevolazioni fiscali) alla devoluzione del 5 per Mille, fino a un lascito testamentario, come di recente hanno voluto Giuseppina e Maria Luisa Camozzi contribuendo con grande generosità alla cura e al sostegno della comunità cremonese tramite la Fondazione della Provincia di Cremona.

«Sino a oggi – aggiunge il segretario generale Andrea Avogadro – siamo riusciti a intervenire tempestivamente per dare sostegno al Terzo settore mediante l’attivazione di un “Fondo Covid” che è riuscito a mettere a disposizione del territorio importanti risorse.

Siamo consapevoli che purtroppo i prossimi anni porteranno le conseguenze negative di questo difficile momento, ma sono certo che saremo pronti ad aiutare il territorio.

Mai come ora e prossimamente sarà necessario unire tutte le nostre forze economiche e professionali per ricostruire e far ricrescere insieme il meraviglioso mondo del Terzo settore cremonese».

Tutte le informazioni sulle attività della Fondazione sono disponibili sul sito www.fondazioneprovcremona.it.

© Riproduzione riservata
Commenti