Politica
Commenta2

Crisi Governo, Cottarelli: 'Non mi ha chiamato nessuno. Recovery Plan? Va ridotta la burocrazia'

“A me non ha chiamato nessuno, sono tutte chiacchiere”. Carlo Cottarelli stronca subito ogni possibile illazione sul fatto che possa giocare un suo ruolo politico a livello nazionale, dopo che si è aperta la crisi di Governo a seguito delle dimissioni presentate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Tanti italiani – ha aggiunto Cottarelli – si chiedono il perché di questa crisi, ma continuo a pensare che si metteranno d’accordo e ci sarà un Governo con una maggioranza simile alla precedente”.

L’economista cremonese parla quindi del Recovry Plan: “Ovviamente con questa crisi si perde del tempo, che si va ad aggiungere a quello perso con gli Stati Generali e con situazioni varie. Non siamo, però, troppo in ritardo rispetto alla media dei Paesi europei: lo siamo invece rispetto ai migliori e, considerato che l’Italia è in una posizione abbastanza seria, avremmo dovuto essere i primi”.

Una cosa che assolutamente non va dimenticata nel Recovery Plan per Cottarelli è la burocrazia: “E’ una cosa fondamentale perché altrimenti non si muovono né il settore pubblico né quello privato”.

© Riproduzione riservata
Commenti