Economia
Commenta

Acconciatura ed estetica, appello
di Cna a Regione: "Riaprire subito"

La Cna Lombardia in una lettera all’Assessore allo Sviluppo Economico, Guido Guidesi, e al presidente della IV Commissione, Gianmarco Senna, ha segnalato “l’incomprensibile posizione di chiusura del Governo su un comparto, quello del Benessere, caratterizzato ancor più in epoca Covid-19 da elevati standard di sicurezza igienico-sanitaria”, come sottolinea Simona Galasi, responsabile della Cna Cremona, del settore Benessere, estetica e acconciatura.

“La scarsa attenzione riservata a questa popolazione di imprese ha risvolti negativi che vanno ben oltre la già grave perdita economica per i titolari: l’abusivismo – che emerge con forza ancora maggiore proprio nel momento in cui i centri estetici e i saloni di acconciatura sono chiusi – rappresenta un rischio sanitario non quantificabile”, secondo Galasi che aggiunge: “Riaprire subito le attività della filiera è la precondizione per arginare l’abusivismo, vera e propria piaga economica e sanitaria in questo delicato momento pandemico”.

© Riproduzione riservata
Commenti