Economia
Commenta

S.Messa del I Maggio dalla
Plac con il vescovo Napolioni

Dopo un anno di sospensione dovuta alla pandemia torna quest’anno, pur con un programma limitato, la celebrazione diocesana annuale in occasione della Festa dei lavoratori. Nella mattina di sabato 1° maggio – festa di san Giuseppe lavoratore – il vescovo di Cremona, mons. Antonio Napolioni, alle 10, presiederà la Messa presso la Plac-Fattorie Cremona di Persico Dosimo.
L’evento, promosso dall’Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro diretto da Eugenio Bignardi, intende esprimere in modo concreto la vicinanza e l’attenzione della Chiesa cremonese al mondo del lavoro, in particolare in questo periodo così difficile per tante attività e lavoratori che hanno dovuto fare i conti con chiusure forzate o imprevisti cali di produzione che hanno avuto pesanti ripercussioni sul fatturato e di conseguenza sulla vita di tante famiglie.
La celebrazione vedrà partecipare in presenza solo una limitata rappresentanza del mondo economico del territorio e della cooperativa Plac-Fattorie Cremona, con il presidente Cesare Baldrighi e il direttore generale Luciano Negri. Ma l’intera comunità diocesana, in particolare con imprenditori e lavoratori, sarà invitata a unirsi idealmente all’evento, anche attraverso la diretta della celebrazione in televisione su Cremona1 (canale 80) e sui canali web della Diocesi.

Fattorie Cremona nasce nel 1933 nel cuore della pianura padana su iniziativa di un gruppo di allevatori che fecero una coraggiosa scelta economica ed imprenditoriale, nel solco di un sistema cooperativistico che nel tempo si rivelerà vincente. Unità di ideali, chiarezza di intenti ed un fortissimo legame tra i soci allevatori erano le caratteristiche della cooperativa, che muoveva i suoi primi passi e che cercava di affermarsi.

La determinazione dei dirigenti consentì negli anni l’ampliamento dei programmi, il rinnovamento e la modernizzazione degli impianti produttivi e l’espansione graduale sui mercati, in Italia e all’estero.

Oggi Plac – Fattorie Cremona conta 83 Soci, 175 dipendenti e un volume annuo di oltre 164 milioni di litri di latte, ed è una delle più importanti cooperative lattiero-casearie italiane. Con una produzione annua di 220.000 forme è quarta nella produzione di Grana Padano e terza nella produzione di Provolone.
Conta su 4 stabilimenti, a  Cremona, Dosimo (Cr), Viadana (Mn) e Fornovo di Taro (Pr); oltre 164 milioni di litri di latte lavorati all’anno per  220 mila forme prodotte all’anno.

© Riproduzione riservata
Commenti