Eventi
Commenta

Da Lions 10 poltrone
per Cremona Solidale

Si è svolta nel pomeriggio di giovedì 6 maggio la cerimonia ufficiale di donazione di 10 poltrone per il relax degli ospiti dei centri Alzheimer di Cremona Solidale, alla presenza del governatore distrettuale Lions, Cesare Senzalari, il cerimoniere distrettuale Mirella Marussich, il presidente di zona B Giuseppe Gramuglia, i presidenti dei Lions club (Host, Stradivari, Duomo, Europea, Campus Universitas Nova, Torrazzo) e Leo Cremona Host della città di Cremona.

“E’ una giornata particolare, resa ancor più straordinaria dalla vostra presenza che attribuisce un rilevante significato istituzionale a questo evento” ha detto Marussich. “Nonostante le stringenti limitazioni i Lions non si sono mai fermati, non sono mai stati spettatori immobili, ma noi abbiamo continuato a proporci come esempio positivo, con la voglia di essere partecipi alla vita sociale con lo spirito di servizio.

La donazione di 10 poltrone al reparto diurno dell’Alzheimer giunge in un momento di particolare impegno per la struttura sanitaria e di grande preoccupazione per tutto il tessuto sociale di cui siamo parte. Grandi attenzioni e grandi risorse sono riservate ogni giorno alla migliore gestione dell’attuale emergenza e, tuttavia, non meno importanti necessità continuano a trovare accoglienza grazie alla generosità e alla solidarietà di tanti, tra cui noi Lions

E’ per noi motivo d’orgoglio che tutti i Lions e il Leo club della città di Cremona abbiano contribuito a questo importante gesto, che renderà la permanenza degli ospiti più confortevole e in sicurezza. Inoltre ,lo spirito di solidarietà e grande umanità che la R.S.A Cremona Solidale, ha sempre dimostrato, ci aiuteranno e sproneranno ad una collaborazione sempre più stretta”.

L’Assessore Rosita Viola ha voluto sottolineare che i Lions si sono distinti per quella che ha chiamato una “esplosione di solidarietà e di umanità per la città, frutto di un percorso lontano che parte da un lungimirante protocollo di intesa. Una donazione, quella delle poltrone, importante, che non è l’unica, ma che pare essere un segnale di ripresa, di ritorno alla vita”.

Per il presidente Emilio Arcaini, “la qualità del vivere si fonda spesso su gesti, segnali di attenzione, di vicinanza. La donazione dei Lions “è un evento che ci fa sentire vicini alla città che ci fa sentire che la città ci è vicina, ci ha a cuore”.

Giuseppe Gramuglia ha voluto portare un pensiero personalissimo: “E’ in questi momenti – ha detto – che la mia appartenenza al Lions mi riempie di orgoglio. E’ una soddisfazione vedere i Lions uniti, avere uno scopo comune, fare opere che davvero hanno un valore inestimabile, non per il costo o altro ma perché sono un contributo reale al benessere dei nostri anziani”.

Infine Senzalari ha concluso la cerimonia augurando a tutti “che quanto oggi è stato celebrato si possa ripetere: essere uniti per fare grandi cose, essere capaci di avere un rapporto di collaborazione e di reciprocità con le istituzioni. La pandemia non ha fermato i Lions che sono pronti a nuove iniziative e a farsi carico delle necessità della città”. Marussich ha poi concluso con “l’augurio e la speranza che ci si possa incontrare tutti insieme in una rinnovata normalità”.

© Riproduzione riservata
Commenti