Cronaca
Commenta

Acquanegra, schianto: morto
Angelo Carminati di Asola

Incidente mortale questa mattina, poco prima delle 11, lungo la Sp343, poco fuori dall’abitato di Acquanegra sul Chiese, nel tretto che collega il comune con Canneto sull’Oglio. A perdere la vita il 63enne Angelo Carminati, residente ad Asola dove gestiva insieme al fratello la stazione di Servizio AGIP.

L’uomo, a bordo di una KTM, stava procedendo da Acquanegra in direzione Canneto sull’Oglio quando, per cause in corso di accertamento, si è scontrato con la Fiat 16 condotta da R.C., 73enne residente a Fiesse (BS) che viaggiava in senso contrario. L’impatto è stato violentissimo.

La moto ha urtato frontalmente l’auto spaccandosi in due tronconi e il corpo del centauro è caduto, dopo aver urtato il parabrezza, sulla strada. Sul posto, immediatamente allertati, sono arrivati gli uomini del 118, i carabinieri di Acquanegra sul Chiese, i vigili del Fuoco e le ambulanze.

In un primo momento, mentre si tentava di rianimare il centauro, era stato allertato l’elisoccorso di Brescia ma Angelo Carminati è spirato senza riprendere conoscenza. La strada è stata a lungo interrotta per consentire lo svolgimento dei rilievi da parte degli uomini dell’Arma.

I mezzi sono stati recuperati dai Fratelli Rossi di Bozzolo mentre la salma è stata trasportata nella camera mortuaria del Carlo Poma di Mantova dall’impresa Funebre Giani. La donna coinvolta nell’incidente è rimasta illesa.

Ros.Pis.

© Riproduzione riservata
Commenti